Violenza su donne e minori, poliziotti in Università per corsi

I poliziotti catanesi si avvalgono, adesso, della formazione del personale sulle metodologie di approccio e di relazione con le vittime

La Questura di Catania è sempre più attiva nella prevenzione e nel contrasto della violenza contro le donne e i minori. Oltre la campagna divulgativa e d'informazione permanente "Questo non è Amore", i poliziotti catanesi si avvalgono, adesso, di un ulteriore strumento, concretizzatosi nella formazione del personale della Polizia di Stato sulle metodologie di approccio e di relazione con le vittime.

L'Ufficio Sanitario Provinciale della Polizia di Stato, infatti, si è fatto promotore di una serie d'incontri formativi, riguardanti le attività degli operatori di polizia che quotidianamente si occupano dei fenomeni di violenza su fasce deboli, che saranno attivati attraverso la costituzione di gruppi di lavoro che vedranno la partecipazione del Prof. Orazio Licciardello, Ordinario di Psicologia Sociale della facoltà di Scienze della Formazione dell'università di Catania.

I poliziotti potranno, così, avvalersi delle migliori tecniche di contatto con quelle vittime che - proprio perché l'intervento della Polizia di Stato avviene spesso poco dopo la violenza subìta - si trovano in condizioni d'inferiorità psichica e fisica

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento