Venerdì, 22 Ottobre 2021
Politica via Etnea

Bonanni inaugura nuova sede Cisl e lancia un appello al Governo

"L'economia siciliana è a terra, anzi è stramazzata da diverso tempo. O interessiamo investitori italiani e esteri altrimenti non ci saranno prospettive". A dichiararlo è il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni

"L'economia siciliana è a terra, anzi è stramazzata da diverso tempo. O interessiamo investitori italiani e esteri altrimenti non ci saranno prospettive. Ecco perchè ci vuole un sommovimento vero e proprio, morale e civile, per creare le condizioni affinchè gli investitori siano interessati alla Sicilia, combattendo tutte le inefficiente di qualsiasi tipo, pubbliche e private". Lo ha di il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni, a margine dell'inaugurazione della nuova sede del sindacato a Catania, al Palazzo San Demetrio.

Commentando "l'operazione crescita" annunciata dal premier Mario Monti, Bonanni ha dichiarato: ''Certo, non basta preoccuparsi, si può preoccupare una persona per strada non si può preoccupare solamente la classe dirigente: deve fare quello che serve per rimuovere le preoccupazioni. Se questo governo arriverà a fine legislatura lo sanno soltanto i partiti. Ma credo sarebbe un errore non farlo continuare: alla fine, meglio di Monti non credo che ce ne siano altri".

In merito, invece, al pagamento dell'IMU, ha commentato: "L'Imu non può essere pagata dalle famiglie, dai pensionati, dai lavoratori perchè ha triplicato, e anche di più, le tasse sulla casa, e contemporaneamente si sono aumentate di gran lunga già le tasse dirette ed indirette''.

Sulla vicenda degli esodati, ha risposto al ministro del Lavoro Elsa Fornero :"Il governo deve prendersi la paternità degli errori, fare lo scaricabarile nei confronti di un istituto che non fa altro che quello che dice il governo, non mi pare il caso di aumentare la confusione che c'è stata. D'altronde i dati li possiede il ministero del Lavoro perché tutti i dati li pervengono. La riforma previdenziale ha prodotto ben 140miliardi di risparmi per i prossimi 10 anni, una piccolissima parte di questo risparmio, può ben sostenere gente che non è né pensionato né lavoratore".

In conclusione, sulla crisi: "Devono mettere a disposizione delle risorse, soprattutto sbloccare quelle che già sono impiegate ma non utilizzate. Per fare questo ci vuole un raccordo con tutti gli enti locali e con tutte le parti sociali. Non ho mai creduto ad iniziative dirigistiche. Quest'ultime fanno dire le cose ma non le fanno fare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonanni inaugura nuova sede Cisl e lancia un appello al Governo

CataniaToday è in caricamento