Sabato, 23 Ottobre 2021
social

Uso del reggiseno: pro e contro

Non è assolutamente vero che il reggiseno è un indumento intimo da dover indossare per forza: ecco di seguito alcuni consigli che potranno tornare utili per la salute

Il primo reggiseno è stato brevettato nel febbraio del 1914 da Mery Phelps. Nel corso degli anni e fino ai giorni nostri questo indumento si è sempre più perfezionato con l'obiettivo non solo di sostenere ma anche di riempire le forme femminili. 

Molto spesso si ritiene che sia un elemento intimo essenziale che va sempre e comunque indossato. La realtà è che, come accade spesso in tanti ambiti della vita, la verità sta sempre nel mezzo.

Ecco quindi alcuni consigli che riguardano l'uso del reggiseno.

- il seno ha bisogno di respirare e di essere lasciato libero di tanto in tanto

- non è assolutamente vero che non portarlo significa che col tempo il seno tenda a scendere; è stato scientificamente provato che il seno lasciato libero rimane sodo ed alto, anzi si solleva di circa 7 mm all'anno soprattutto nel momento in cui si mangia nel modo giusto e si fa regolarmente attività fisica

- non v'è quindi alcuna controindicazione a lasciare il seno libero se si ha uno stile di vita ottimale (sana alimentazione ed attività fisica)

- il reggiseno ovviamente va sempre portato nel caso in cui si sta portando avanti una gravidanza

- quando si acquista un reggiseno va considerata attentamente la taglia, come calza la fascia sottoseno, le spalline e la misura della coppa (non va mai provato prima del ciclo mestruale in modo che la valutazione possa essere esatta e non condizionata dal periodo)

- il reggiseno non andrebbe mai indossato oltre le 8 ore al giorno; un lasso di tempo superiore ha giustificazione solamente in caso di seno abbondante che grava sulla schiena

- togliere ogni tanto il reggiseno consente un maggiore afflusso di sangue nell'area pettorale che riduce i dolori al torace, fa lavorare muscoli che altrimenti sarebbero sempre rilassati per via delle coppe

- in estate il reggiseno a contatto con la pelle e con il caldo rischia di creare irritazioni

- coloro che hanno un seno abbondante devono necessariamente tenerlo a bada durante l'attività sportiva; ma alla fine dell'attività è sempre meglio lasciarlo libero per un po' per permettergli di respirare

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uso del reggiseno: pro e contro

CataniaToday è in caricamento