Smartworking: come difendere la pelle dalla luce blu

L'eccessiva esposizione alla luce blu degli smartphone, dei pc o in generale dei dispositivi elettronici può creare importanti danni alla nostra pelle

L'emergenza Covid-19 sta costringendo molte persone a limitare le uscite ai soli casi di necessità ed a lavorare da casa in smartworking.

La nostra pelle è però messa alla prova anche se ci troviamo tra le mura domestiche in quanto esistono diversi fattori che possono rovinarla.

Tra i più pericolosi c'è la luce blu emanata dagli schermi elettronici di pc, smartphone ed altri dispositivi. Gli esperti la chiamano HEV (High Energy Visible) ed è un particolare tipo di luce presente in natura ma che viene soprattutto emessa dai led presenti nelle lampade e negli schermi elettronici.

Una eccessiva esposizione a questa luce danneggia gli occhi, l'umore ed anche la pelle, causandone un invecchiamento precoce (stimola la formazione di macchie e rughe e provoca anche perdita di tono).

Luce Blu - Come proteggersi

- Mantenere gli schermi il più lontano possibile dal viso e diminuire la loro luminosità

- Inserire, quando i dispositivi lo prevedono, la funzione 'Filtro Luce Blu' che consente di inserire uno strato di colore rosso allo schermo

- Utilizzare, se possibile, i dispositivi solo poche ore al giorno ed evitare ambienti bui; in questi ultimi la luce blu è ancora più pericolosa

- A tavola scegliere alimenti antiossidanti come carote, kiwi, pomodori e frutti rossi

- Può aiutare anche sorseggiare una tazza di tè verde mentre si lavora al pc, essendo molto utile per prevenire l'invecchiamento cellulare

- Curare sempre la propria pelle coi cosmetici più efficaci e più adatti al tipo di cute; in particolar modo è fondamentale sin dalle prime luci del mattino purificare la cute del viso con detergenti e creme idratanti
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento