Lunedì, 18 Ottobre 2021
Salute

Carenza di ferro: cause, sintomi e rimedi

La carenza di ferro, detta anemia parziale o sideropenia, può essere riconosciuta a causa dei sintomi ed individuata ancora più specificatamente attraverso l'esame dell'emocromo

Quando si ha una carenza di ferro si parla di sideropenia o anemia parziale. E' un disturbo molto diffuso nelle donne in età fertile (ed anche durante la gravidanza, quando la presenza del feto richiede una maggiore quantità di ferro). 

Le cause della carenza di ferro possono di solito riscontrarsi anche nei paesi più poveri dopo vi è un minore apporto di ferro all'organismo e la dieta che viene attuata comporta un cattivo assorbimento di questo elemento.

Una delle cause della mancanza di ferro può essere la mancata assunzione di carne rossa (principale fonte di ferro), la prevalente assunzione di latte (carente di ferro). 

A causare una riduzione dell'assorbimento di ferro è anche la presenza di patologie come la celiachia, il morbo di Chron o la colite ulcerosa. 

Carenza di ferro - Sintomi

- stanchezza fisica e mentale
- mal di testaparziale
- vertigini
- battito cardiaco accelerato
- perdita di capelli ed unghie fragili
- continuo mal di gola
- dolore al torace
- formicolio alle gambe
- poco appetito

Per riconoscere la carenza di ferro è necessario effettuare una serie di esami di laboratorio che indicano l'emocromo, la transferrina e la ferritina. 

Una volta che è stata determinata la quantità di ferro presente nel corpo è possibile individuare gli alimenti che devono essere ingeriti per facilitare l'assorbimento del ferro a livello intestinale.

Gli agrumi, per esempio, migliorano l'assorbimento del ferro. Ad abbassare invece la biodisponibilità del ferro sono i cereali integrali, i legumi, il tè o il cioccolato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza di ferro: cause, sintomi e rimedi

CataniaToday è in caricamento