243° Anniversario della fondazione del corpo di guardia di Finanza

Dinanzi al Comandante Provinciale era schierata una rappresentanza di tutte le componenti delle Fiamme Gialle operanti nel capoluogo etneo, compresi i militari del Soccorso Alpino della Stazione S.A.G.F. di Nicolosi, le componenti aerea e navale e le unità cinofile antidroga

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Nella Caserma “Angelo Majorana” della Guardia di Finanza di Catania, alla presenza del Comandante Regionale Sicilia, Gen.D. Ignazio Gibilaro, e delle massime Autorità civili, militari e religiose del capoluogo etneo si è svolta la cerimonia del 243° anniversario di fondazione della Guardia di Finanza e, a seguire, quella di avvicendamento nella carica di Comandante Provinciale di Catania tra il Col. t.ST Roberto Manna e il Gen.B. Antonio Nicola Quintavalle Cecere.

Nel corso della cerimonia, il Comandante Provinciale, Col. t.ST Roberto Manna, ha colto l’occasione per sottolineare la particolare importanza e solennità della ricorrenza anniversaria, quale momento di comune condivisione, tra tutti i Finanzieri, dei risultati delle energie profuse dal Corpo per la salvaguardia della legalità e tutela della sicurezza economico finanziaria della provincia etnea e della Nazione.

Dinanzi al Comandante Provinciale era schierata una rappresentanza di tutte le componenti delle Fiamme Gialle operanti nel capoluogo etneo, compresi i militari del Soccorso Alpino della Stazione S.A.G.F. di Nicolosi, le componenti aerea e navale e le unità cinofile antidroga. Presenti anche i rappresentanti del Comitato di Base della Rappresentanza militare e una rappresentativa locale dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia. 

Il Colonnello Manna, rivolgendosi al personale schierato, ha innanzitutto ricordato il sacrificio di tanti finanzieri caduti nell’adempimento del dovere alla cui memoria, poco prima dell’inizio della cerimonia interna, unitamente al Generale Quintavalle e accompagnato dal Consigliere Nazionale per la Regione Sicilia dell’A.N.F.I. e dal Presidente della locale Sezione, ha reso omaggio deponendo una corona al monumento alle Fiamme Gialle ubicato in piazza San Francesco di Paola.

Il discorso celebrativo del Comandante è quindi proseguito evidenziando come l’opera delle Fiamme Gialle etnee, per le particolari caratteristiche del tessuto economico e sociale,  sia rivolta a presidiare tutti i settori obiettivo della missione istituzionale del Corpo: dalla lotta alle frodi fiscali, all’economia sommersa e al gioco illegale, al contrasto alle truffe sui fondi pubblici e all’illegalità nella pubblica amministrazione; dal contrasto  alla criminalità organizzata, alla criminalità economico - finanziaria e ai traffici illeciti, alle attività di concorso nei servizi di ordine e sicurezza pubblica nonché di ricerca e soccorso alpino. 

Il Colonnello Manna, rivolgendo un sentito ringraziamento agli 800 finanzieri impiegati su tutto il territorio etneo per l’impegno e l’abnegazione con i quali quotidianamente esercitano le loro delicate funzioni, ha quindi proceduto, insieme alle massime Autorità civili e militari intervenute, alla premiazione di alcuni finanzieri che negli ultimi mesi si sono distinti in attività di servizio di particolare rilievo. 
Conclusa la fase delle celebrazioni anniversarie, si è svolta la cerimonia di cessione del Comando Provinciale tra il Col. t.ST Roberto Manna e il Gen.B. Antonio Nicola Quintavalle Cecere.

Il Colonnello Manna, che dopo quattro anni si accinge ad assumere un importante incarico presso il Comando Generale della Guardia di Finanza di Roma, ha indirizzato un saluto e un ringraziamento a tutti i Finanzieri del Comando Provinciale e alle Autorità intervenute.
Il Generale Quintavalle, nel proprio discorso di insediamento ha rivolto un indirizzo di saluto al Comandante Regionale Sicilia, Gen.D. Ignazio Gibilaro, e alle Autorità, esprimendo la propria soddisfazione per l’impegnativo e prestigioso incarico che si accinge ad assumere. Infine, il nuovo Comandante Provinciale, sottolineando i rapporti di amicizia e reciproca stima che lo legano al Colonnello Roberto Manna, gli ha rivolto un affettuoso saluto.

Il Gen. B. Antonio Nicola Quintavalle Cecere è nato a Napoli il 18/03/66 ed è coniugato.
Nel corso della sua carriera è stato assegnato al Comando di Reparti territoriali, del Gruppo di Investigazione sulla Criminalità Organizzata di Napoli e del Nucleo di polizia tributaria di Bari. Proviene dal II Reparto Coordinamento Informativo e Relazioni Internazionali del Comando Generale. Titolato ‘Corso Superiore di Polizia Tributaria e ‘Istituto Alti Studi Difesa’, è laureato in Giurisprudenza e in Scienze della Sicurezza Economico-Finanziaria. 

Nel corso della cerimonia sono state consegnate ricompense morali per le seguenti attività di servizio:
-    Operazione “Brotherhood” eseguita nei confronti di una pericolosa consorteria criminale di stampo mafioso operante nella provincia etnea, conclusa con l’arresto di 6 persone, la denuncia a piede libero di ulteriori 5 indagati, il sequestro di 4 pistole, 1 fucile e 230 munizioni di vario calibro, nonché di beni immobili per un valore di 1,3 milioni di euro: Capitano Paolo BOMBACI; Luogotenente Luigi RANIERI; Vicebrigadiere Vito TERZO - appartenenti al Nucleo PT Catania;
-    Intervento a contrasto della criminalità nel corso del quale è stata impedita la consumazione di una rapina presso un Istituto di Credito: Luogotenente Giuseppe FICHERA - appartenente al Nucleo PT Catania;
-    Operazione di soccorso in montagna conclusa con il salvataggio di 1 soggetto rimasto bloccato in quota a causa delle avverse ed eccezionali condizioni meteo: Maresciallo Aiutante Domenico Granata e Vicebrigadiere Nicola Leo - appartenenti alla Stazione Soccorso Alpino G. di F. Catania;
-    Intervento a contrasto della criminalità nel corso del quale è stato tratto in arresto l’autore di una rapina aggravata ai danni di un’anziana signora: Vicebrigadiere Fabio CORVAGLIA - appartenente al Nucleo PT Catania;
-    Operazione a tutela del Mercato dei  beni e servizi, conclusa con il sequestro di oltre 6 milioni di articoli recanti marchi contraffatti e/o non in regola con la normativa comunitaria in materia di sicurezza prodotti e il deferimento all’Autorità Giudiziaria di 2 soggetti: Capitano Francesco MASCI, Finanziere Arcangelo BELLISSIMO - appartenenti al Gruppo di Catania;
-    Operazione a contrasto del traffico di stupefacenti, conclusa con il sequestro di oltre 3 Kg di eroina e l’arresto di un trafficante: Tenente Angelo Fratianni, Vicebrigadiere Vincenzo Trichini – appartenenti alla Tenenza Aeroportuale di Catania Fontanarossa;
-    Operazione “Tarocco”, eseguita nel settore della tutela della spesa pubblica, conclusa con la denuncia di 377 soggetti per i reati di associazione per delinquere, truffa e reati tributari, la constatazione di fatture per operazioni inesistenti per oltre 52 milioni di euro, maggiori ricavi per oltre 27 milioni di euro, IVA dovuta per oltre 2 milioni e mezzo di euro e l’accertamento dell’illecita percezione di sussidi per la disoccupazione agricola per oltre un milione e mezzo di euro: Maresciallo Aiutante Francesco OCCHIPINTI, Maresciallo Aiutante Emanuele ANGELICO, Brigadiere Vincenzo FORTE - appartenenti al Gruppo di Caltagirone;
-    Operazione eseguita nel settore della tutela delle Entrate conclusa con la constatazione di una rilevante evasione fiscale conseguita da una società mediante un’operazione elusiva posta in essere con un sistema fraudolento che configurava un’ipotesi di abuso del diritto: Tenente Laura BOERNER, Maresciallo Aiutante Vincenzo MASTRANGELO – appartenenti alla Tenenza di Acireale;
-    Operazione a contrasto della criminalità organizzata conclusa il sequestro di un rilevante patrimonio immobiliare e societario del valore di oltre 44 milioni di euro: Tenente Giuseppe CACCIOLA, Luogotenente Gaetano CUCINOTTA, Maresciallo Ordinario Maria PATTI, Vicebrigadiere Guglielmo VENTURA - appartenenti al Nucleo PT Catania.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento