Aggredisce moglie e figlia, in manette l'uomo che aveva minacciato il sindaco di Aci Castello

Aveva minacciato di morte il sindaco di Aci Castello lo scorso marzo, aggredendo i vigili urbani intervenuti sul posto. Rientrato in casa, nella serata di sabato 1 novembre, ha perpetrato l'ennesimo gesto di violenza, iniziando a minacciare la moglie e la figlia, rispettivamente di 48 e 21 anni

Aveva minacciato di morte il sindaco di Aci Castello lo scorso marzo, aggredendo i vigili urbani intervenuti sul posto. L'uomo, un 48enne di Aci Catena, era stato arrestato dopo il gesto, ma in preda all'ennesimo raptus, dovuto all'abuso di alcol, ha perpetrato l'ennesimo atto di violenza. Rientrato in casa, nella serata di sabato 1 novembre, ha iniziato infatti a minacciare la moglie e la figlia, rispettivamente di 48 e 21 anni, per poi aggredirle fisicamente e cacciarle via di casa.

La moglie, appena fuori dall'abitazione, ha chiesto aiuto al 112 dove, l'operatore di turno, ha immediatamente dato l'allarme alla pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Acireale che, nel giro di pochi minuti, ha raggiunto le vittime e con il loro aiuto, da un ingresso secondario, ha fatto irruzione in casa e, dopo una breve colluttazione, è riuscita a bloccare ed ammanettare l'uomo. L'arrestato è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza con le accuse di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento