Sospensione Ciancio, i sindacati: "Attendiamo riscontro giudiziario"

Dopo l'intervento dell'Odg su Angela Ciancio per i licenziamenti di Antenna Sicilia la Cgil attende anche la sentenza per il comportamento antisindacale

La Cgil e la Slc di Catania plaudono alla decisione del consiglio di disciplina dell'Ordine dei giornalisti Sicilia che ha inflitto sei mesi di sospensione alla giornalista pubblicista Angela Ciancio a proposito della vertenza che ha segnato la chiusura del telegiornale di Antenna Sicilia, e applicato una censura alla giornalista, ora eurodeputata, Michela Giuffrida che del Tg era la responsabile.

"È un atto che tiene in giusta considerazione la condizione dei giornalisti licenziati nel corso dell'ultima vertenza di Antenna Sicilia. La chiusura dello storico Tg ha accelerato il declino del settore emittenza televisiva nel nostro già difficile territorio e ha dato un altro duro colpo al pluralismo informativo locale; un diritto che tutti i cittadini devono avere garantito. Attendiamo adesso il riscontro giudiziario per comportamento antisindacale che la Slc Cgil, la Fistel Cisl e l'Associazione siciliana della stampa hanno intrapreso a garanzia dei diritti lesi dai 28 lavoratori coinvolti in questo ultimo, brutale atto di licenziamento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento