Scuole chiuse a Biancavilla per i danni del terremoto

Il Governo regionale ha garantito un diretto ed immediato intervento in riferimento ai danni causati dal sisma di due notti fa

Le scuole comunali di Biancavilla ("Luigi Sturzo", Guglielmo Marconi" e "Giovanni Verga") resteranno chiuse in attesa di una ricognizione completa e definitiva. Il sindaco, Antonio Bonanno, ha appena firmato la relativa ordinanza. Non sono interessati dall’ordinanza l’Istituto Comprensivo “Antonio Bruno” ed il Secondo Circolo Didattico plesso via “Dei Mandorli” ed il cosiddetto plesso della Scuola per l’Infanzia “Cielo Stellato”, che rimarranno regolarmente aperti.

Nel plesso San Giovanni Bosco del Primo Circolo didattico, sarà invece sospesa l’attività didattica nella sola giornata di lunedì 8 ottobre. Il presidente della Regione, Nello Musumeci, e l’assessore regionale alla Pubblica Istruzione, Roberto Lagalla (il quale ha annunciato una sua imminente visita a Biancavilla) e diversi deputati - esponenti di ogni colore politico - sono in contatto costante con il primo cittadino: il Governo regionale ha garantito un diretto ed immediato intervento in riferimento ai danni causati dal sisma di due notti fa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Siamo in costante contatto con i massimi vertici istituzionali della Regione - spiega Bonanno - e, intanto, il Centro Operativo Comunale resta permanentemente attivo. Poco fa, ho firmato l’ordinanza di chiusura delle scuole: la sicurezza dei nostri figli, dei nostri cari, oggi diventa priorità. Le condizioni di alcuni istituti sono preoccupanti: completeremo ulteriori verifiche e dopodiché saremo precisi e determinati nell’affrontare tutti gli interventi necessari per ogni singolo edificio. E’ chiaro, che vogliamo che l’ordinanza perduri il minor tempo possibile. Tuttavia, vedremo. Intendo rassicurare i miei concittadini che nessun alunno entrerà in classe se non dopo avere ripristinato le dovute e necessarie condizioni di agibilità”. I doppi turni saranno inevitabili. Questa mattina, proprio al Com, si è tenuta una riunione operativa con, al tavolo, l’amministrazione comunale, i dirigenti scolastici ed i tecnici. “I dirigenti scolastici dei plessi che non hanno riportato danni alle strutture, ospiteranno gli alunni delle strutture danneggiate dal terremoto - interviene l'assessore alla Pubblica Istruzione, Daniela Russo - Le modalità organizzative verranno stabilite nell’arco di un tempo brevissimo: saranno gli stessi presidi a raccordarsi al fine di garantire il regolare svolgimento delle lezioni. Ai dirigenti scolastici confermo la massima disponibilità da parte del mio assessorato e di tutta l’amministrazione comunale. Lasciatemi, infine, ringraziare anche l’assessore Alfio Stissi che sin dalle primissime ore dell’emergenza fornito supporto nella fase di accertamento ai danni agli edifici scolastici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Amazon annuncia l’apertura di un nuovo deposito di smistamento a Catania

  • Pensioni d’invalidità con la compiacenza di medici dell’Asp: sei misure cautelari

Torna su
CataniaToday è in caricamento