Buche e incidenti: "Riqualificare l’intero manto stradale"

E' la richiesta che Tomarchio, presidente della commissione al Patrimonio, fa all'amministrazione

Un manto stradale in perfette condizioni, con le vie perfettamente transitabili, dove non ci sia il rischio di distruggere l’auto o lo scooter ad ogni metro: esattamente l’opposto delle condizioni in cui si trovano le arterie di Catania. "Un intervento radicale, definitivo e puntuale che non deve rappresentare per Palazzo degli Elefanti una sorta di 'regalo natalizio' - dichiara il presidente della commissione al Patrimonio Salvatore Tomarchio  - ma l’impegno preciso nei confronti della cittadinanza che oggi è letteralmente inferocita perchè costretta a fare lo slalom, procedendo a passo d’uomo, nel tentativo di evitare di distruggere un copertone".

buche catania (3)-2

Il tratto di strada tra via Ugo La Malfa e via Felice Paradiso con pezzi d’auto sparsi sui marciapiedi. Stesso scenario lo devono affrontare coloro che transitano per la circonvallazione, via Santa Sofia, via Gelso Bianco, via Acicastello e decine di altre vie attraversate ogni giorno da migliaia di pendolari.

CIRCONVALLAZIONE, SLALOM TRA BUCHE E TRANSENNE

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tomarchio chiede all’amministrazione cosa aspetta ad intervenire. "Deve scapparci la tragedia prima di fare qualcosa?- si interroga Tomarchio -  Intanto al comune arrivano le denunce e le richieste di risarcimento da parte di automobilisti e centauri che si ritrovano con la propria vettura o il proprio scooter danneggiati. L’esperienza passata ha già dimostrato che l’impiego dell’asfalto a freddo non serve quasi a nulla perchè si tampona l’emergenza ma, nel lungo periodo, con la pioggia e l’usura, la voragine ritorna e la città si ritrova al punto di prima. Il sistema stradale catanese è un patrimonio fondamentale per l’intera provincia etnea che si può sviluppare solo potenziando e mantenendo efficiente l’intero sistema di comunicazioni che oggi, per la quasi totalità, è rappresentato dal traffico su gomma. Una modalità diffusa di spostamento che, tutt’ora, è estremamente pericolosa e che con le festività natalizie non potrà far altro che peggiorare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento