rotate-mobile
Cronaca

Terremoto, allarme in città: in caso di forte scossa 161.829 vittime

L'inchiesta choc sul rischio sismico è stata approfondita a livello nazionale dall'Espresso, dopo aver consultato la banca dati del dipartimento della Protezione civile. Ai piedi dell'Etna i rischi maggiori

In caso di forte terremoto lo scenario che potrebbe presentare a Catania sarebbe drammatico. Il campanello di allarme arriva da un'inchiesta condotta da "L'Espresso", che ha consultato la banca dati del dipartimento della Protezione civile, con cui viene pianificata l'emergenza in caso di terremoto.

I dati raccolti, tra migliaia di schede della Protezione civile aggiornate, ma riservate e mai rese pubbliche, hanno decretato Catania come la città a più alto rischio d'Italia in caso di terremoto. La stima delle vittime in caso di forte sisma? Si aggira intorno ai 161.829. Messina, con 111.622 e Reggio Calabria, 84.559, le altre città a rischio che seguono nella classifica Catania.

Il dossier choc sul rischio sismico ha coinvolto l'intera Italia e punta il dito contro la scarsa prevenzione sismica, seguita dagli eventuali soccorsi. Le conseguenze ipotizzate sono state calcolate simulando un sisma di intensità equivalente al massimo storico registrato in ogni località. Due i dati approfonditi: da un lato il numero di persone coinvolte nei crolli, a Catania sarebbero 161.829, dall'altro le persone che rimarrebbero senza tetto, 136.000 la stima nella città dell'elefante.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, allarme in città: in caso di forte scossa 161.829 vittime

CataniaToday è in caricamento