Cronaca

Degrado al cimitero di Catania, illuminazione e servizi igienici assenti

Individuate alcune criticità che al momento creano disagio, degrado e pericolo all'interno del cimitero etneo

E' un simbolo di civiltà in ogni città del mondo. Sin dai tempi del decreto napoleonico di Saint-Cloud, 1804, con il quale si stabilì la sepoltura dei morti fuori dalle mura cittadine. Da allora e nell'arco di più di due secoli, il cimitero, luogo sacro di sepoltura per antonomasia, misura in ogni città, come un "termometro", il decoro urbano. E a Catania non mancano certo i problemi.

Non stupisce, infatti, come la sesta circoscrizione vigili costantemente sulle condizioni del cimitero di Catania, nel quartiere di Zia Lisa.

San Giovanni Galermo, il cimitero 'scoppia', Zingale: 'Acquisire terreni limitrofi'

Cani randagi al Cimitero

Il presidente della municipalità, Lorenzo Leone, dopo le continue segnalazioni da parte di alcuni cittadini, ha individuato alcune criticità che al momento creano disagio, degrado e pericolo all'interno del cimitero etneo.

Per prima cosa, è da registrare l'assenza di illuminazione presso il deposito delle salme e nelle aree esterne. Non l'unico dei problemi elencati da Leone: "Si aggiunge la completa mancanza di servizi igienici, inagibili da tempo a causa della mancata manutenzione e pulizia, tanto che i cittadini che visitano i propri defunti sono costretti in caso di necessità a provvedere con soluzioni di fortuna per soddisare i propri bisogni", come precisa.

"Occorre un intervento immediato - contclude Leone - per dare la giusta dignità al nostro cimitero. Per questo motivo sono stati allertati gli assessori di competenza, D'Agata e Bosco, oltre che la direzione di manutenzione e servizi cimiteriali, nonchè l'assessore alla polizia municipale, Marco Consoli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado al cimitero di Catania, illuminazione e servizi igienici assenti

CataniaToday è in caricamento