Cronaca Borgo / Piazza Aldo Moro

Continuano le operazioni "a sorpresa” su paninerie ambulanti

Blitz di repressione delle attività commerciali abusive. Nel mirino in particolare i cosiddetti "camion dei panini" dislocati in diversi quartieri catanesi

Su disposizione del sindaco, Raffaele Stancanelli e in collaborazione con l'assessore alle attività produttive Franz Cannizzo, stanno continuando a Catania i blitz di repressione delle attività commerciali abusive e di somministrazione di alimenti e bevande su aree pubbliche.
Nel mirino in particolare i cosiddetti "camion dei panini" dislocati in diversi quartieri catanesi.

A piazza Aldo Moro di fronte via Vitaliano Brancati una panineria ambulante che risultava chiusa e non operante era, invece, in piena attività,. Al Tondo Giorni, lato sud/est, l'operatore di un autocarro attrezzato come panineria, occupava abusivamente una parte del suolo pubblico con tavoli e sedie. Le verifiche amministrative hanno rilevato che l’operatore aveva l’ autorizzazione per il commercio su area pubblica con tipologia C cioè itinerante, ma non era in possesso della concessione per l’occupazione del suolo pubblico. Per questo, il commerciante è stato verbalizzato e diffidato a rimuovere l’autocarro panineria e le attrezzature nell’arco di un’ora.

Contestata lo stesso reato, di occupazione abusiva di suolo pubblico con tavoli e sedie, alla panineria con autocarro attrezzato parcheggiata al largo Mario Merola, anche in questo caso l’operatore è stato diffidato alla rimozione del mezzo e delle attrezzature nell’arco di un’ora di tempo.

Problemi anche per la panineria ambulante di piazza S. Pio X che risultava chiusa e non operante. Rilievi anche per il chiosco delle bibite della stessa piazza S. Pio X angolo via Mirone che, già in possesso di un’autorizzazione amministrativa e di provvedimento per l’occupazione di suolo pubblico, (mq. 18,00 circa e massima estensione con le pensiline a mq. 25,00) , aveva installato 4 tende parasole, una per ogni lato, tre delle quali fissate al suolo, senza alcuna autorizzazione comunale ed in ampliamento al suolo pubblico già concesso. Inoltre tavoli e sedie per la clientela occupavano il suolo pubblico abusivamente.

"Il lavoro svolto dalla squadra annonaria - evidenzia l'assessore Franz Cannizzo - è veramente encomiabile. Le infrazioni sono diffuse e tanta è la mole di lavoro che i vigili stanno portando avanti".
Non si ferma inoltre anche l’attività di contrasto alla contraffazione: Con un’azione a sorpresa, in via Betlemme, in pieno centro storico, sono stati sequestrati 350 accessori tra occhiali,cappelli,borselli e foulard. "La produzione e la vendita di merce contraffatta - continua l'assessore Franz Cannizzo - compromettono la possibilità di competere delle imprese e dei soggetti che operano nel rispetto delle leggi ma non solo. Si danneggia l'occupazione, mettendo a rischio l'economia che si basa sulla produzione "in nero", questo favorisce lo sfruttamento di persone in difficoltà e ne minaccia l'incolumità. Catania - conclude l'assessore - è stata tra le prime città in Italia, già lo scorso anno, a promuovere una campagna di sensibilizzazione "Io non voglio il falso" per la diffusione di una consapevole cultura del consumo. Tale campagna ha riscosso un grande successo, in particolare tra i giovani".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continuano le operazioni "a sorpresa” su paninerie ambulanti

CataniaToday è in caricamento