Elezioni Universitarie: Giurisprudenza il luogo per eccellenza del dibattito politico

Come ogni anno, gli studenti scendono in campo per dare voce al proprio pensiero. Nel dipartimento di Giurisprudenza la situazione risulta essere particolarmente diversa perché, a rigor di logica, apprendendo i dettami del nostro Corpus Iuris si sviluppa, teoricamente, una sorta di vocazione politica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Come ogni anno, gli studenti scendono in campo per dare voce al proprio pensiero.
Nel dipartimento di Giurisprudenza la situazione risulta essere particolarmente diversa perché, a rigor di logica, apprendendo i dettami del nostro Corpus Iuris si sviluppa, teoricamente, una sorta di vocazione politica.
Quest’anno Ben 130 candidati divisi in 16 liste si daranno battaglia.
Un numero che conferma come la facoltà di Giurisprudenza rappresenti la porta d’accesso alla comunità politica.
Ma come  per consuetudine, l’arte della demagogia,peraltro poco fruttifera, viene sempre elogiata
Difatti parte dei neo-candidati, affamati di potere, considerano la politica giovanile come mezzo per rendersi protagonista, questo accade quando, purtroppo, l’ambizione supera il talento.
Altri invece cercheranno di tenere a bada le proprie ambizioni, lottando concretamente per la tutela dei diritti degli studenti.
E allora la domanda sorge spontanea: Saranno in grado di rendere l’università un luogo migliore da quello descritto dai giornali e dalle tv?
Ai posteri l’ardua sentenza.

elezioni-4

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento