Responsabilità di accompagnamento in montagna: giornata di formazione del Club alpino italiano

Una giornata di formazione e aggiornamento, aperta a tutti coloro che si frequentano l'ambiente montano o le Riserve Regionali, sulla responsabilità dell'accompagnamento in montagna, un'attività non scontata, che comporta profili di responsabilità di chi accompagna

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

E' questo il tema del sesto appuntamento nazionale della RAM (Responsabilità nell'Accompagnamento in Montagna), organizzato dal Club alpino italiano dopodomani, sabato 28 aprile, a Catania, nella sala conferenze del Palazzo della Cultura, in via Vittorio Emanuele (inizio lavori ore 8). Dopo gli eventi di Bergamo, Roma, Novara, Pordenone e Perugia, questa edizione siciliana, denominata RAM6 , oltre a essere rivolta agli Istruttori e Accompagnatori CAI provenienti dalle regioni del Centro Sud Italia, si apre per la prima volta agli iscritti agli altri enti e associazioni che promuovono la frequentazione della montagna in modo organizzato. Il Programma itinerante RAM, voluto dal Presidente Generale del CAI, avvocato Vincenzo Torti, che sarà presente a Catania, si conclude così alle pendici dell’Etna, dove la montagna è un vulcano, con un suo rischio specifico. Torti sarà affiancato dai Presidenti o loro Delegati degli Organi Tecnici Centrali Operativi (OTCO) in cui il CAI struttura il suo approccio alla montagna (Alpinismo, Alpinismo Giovanile, Escursionismo e Speleologia). Entrando nel dettaglio, la giornata tratterà gli aspetti legali e assicurativi dell'accompagnamento, a partire dalle due discipline fondanti la Responsabilità dell'Accompagnamento in Montagna: la Disciplina legale e la Disciplina Assicurativa, la cui consapevolezza è nel bagaglio di ogni Istruttore o Accompagnatore formato dal Club Alpino Italiano. L’attenzione sarà quindi dedicata alle Buone Pratiche Trasversali, all’interazione tra gli organi tecnici, al fine di identificare i criteri atti a prevedere e a moderare le diverse tipologie di rischio di cui l'Istruttore e l’Accompagnatore CAI (o di altre Associazioni) si fanno carico con il meccanismo dell’Affidamento accettato dall’Accompagnatore: dal Rischio infortunio di un accompagnato, al Rischio Responsabilità civile di cui l’Accompagnatore si fa carico nei confronti di un partecipante che gli si affida, al Rischio specifico di accompagnamento nelle Aree Vulcaniche e Geotermiche che l'evento catanese affronta per la prima volta e verrà indirizzato da Buone Pratiche trasversali ad hoc. E’ previsto in proposito un qualificato intervento del professore Carmelo Ferlito dell’università di Catania. I relatori porteranno all’attenzione dell’uditorio ad esempio buone pratiche trasversali, magari a diverso livello di maturazione e di divulgabilità, mirate a specifiche tipologia di accompagnati (minori, sia Soci CAI, sia alunni di scuole, scout o gruppi parrocchiali, nonché diversamente abili, fisici o psichici, con pratiche di montagnaterapia). Ma ad un estremo opposto potranno riguardare anche attività di arrampicata in diversi contesti, falesia, palestra sezionale, struttura mobile. Il Presidente Torti è aperto anche a domande non strettamente attinenti agli obiettivi del Programma RAM, che sono formativi e organizzativi interni CAI, ma comunque collaterali all’Evento RAM6, e in ogni caso di grande interesse e portabilità fuori dal territorio Catanese e Siciliano, come le limitazioni al libero accesso alle quote sommitali dell’Etna (di Stromboli e del Vesuvio) e alla posizione CAI in proposito, ovvero a commentare in generale il cosiddetto Rischio Gestione Aree Naturali che interessa il CAI come altre Associazioni assegnatarie di Riserve Regionali (vedi recente sentenza di condanna in primo grado di giudizio dei dirigenti della Riserva Naturale Regionale di Maccalube in provincia di Agrigento, ritenuti oggettivamente responsabili di un evento fortuito di origine naturale, legato alle caratteristiche geomorfologiche del sito occorsa a dei visitatori).

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento