Trasferta in Germania per frodare il fisco, tra gli arrestati anche un catanese

Secondo le indagini condotte dalla polizia di Colonia, gli arrestati avrebbero creato in Germania imprese edili di comodo, intestate a prestanome al fine di eseguire lavori senza pagare imposte e contributi all'erario per milioni di euro. Arresto europeo a carico di M.F., 32 anni, di San Cono

Sei persone sono state accusate dalla magistratura tedesca di evasione fiscale, truffa, falso in atto pubblico, omesso versamento e appropriazione indebita di retribuzioni. Gli arresti sono avvenuti in Sicilia tra le province di Catania e Agrigento.

Secondo le indagini condotte dalla polizia di Colonia, gli arrestati avrebbero creato in Germania imprese edili di comodo, intestate a prestanome al fine di eseguire lavori senza pagare imposte e contributi all'erario per milioni di euro.

Altre tredici persone sono state arrestate in Germania dalla Kriminal Polizei nel Land del Nord Reno-Westfalia. Ad alcuni di questi sono contestati anche i reati di possesso illegale di armi e traffico di stupefacenti.

A Licata, sempre su richiesta della magistratura tedesca, il gip del Tribunale di Agrigento Alberto Davico ha disposto il sequestro preventivo di un immobile di proprietà di G.S. di 40 anni, che è stato arrestato in Germania.

Tutte e sei le persone raggiunte dal provvedimento cautelare sono state trasferite nel carcere di Petrusa ad Agrigento in attesa del provvedimento di estradizione. Nell'operazione, denominata "Scavo", i carabinieri, in collaborazione anche con la polizia tedesca, hanno eseguito un mandato di arresto europeo a carico di M.F., 32 anni, di San Cono, in provincia di Catania.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento