menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Isola ecologica di via Generale Ameglio, la questione torna in consiglio

La vicepresidente Maria Grazia Felicioli attacca duramente i consiglieri Anastasi e Mascali: "Hanno fatto mancare il numero legale per inoltrare nuovamente la questione all'amministrazione". L'ultimo sopralluogo alla presenza dell'assessore D'Agata risale all'ottobre del 2014

"Una battaglia per la nostra circoscrizione. Un segno di civiltà per la città di Catania". Maria Grazia Felicioli, vicepresidente della quinta circoscrizione, continua a focalizzare l'attenzione sull'isola ecologica di via Generale Ameglio. Lo fa reiterando la sua mozione, presentata circa due anni, con cui la Felicioli aveva espressamente chiesto all'amministrazione una riqualificazione della struttura,  ad oggi non funzionante.

La Felicioli esprime amarezza e fa sapere come non sia stato raggiunto il numero legale necessario per inoltrare la mozione all'amministrazione. E attacca due consiglieri circoscrizionali, Salvo Anastasi e Antonio Mascali. La vicepresidente, in concerto con il presidente della circoscrizione, Orazio Serrano, accusa i due componenti del consiglio di non aver garantito il numero legale al momento del voto della mozione, ripresentata venerdì 11 marzo 2016.

"Reputo grave il comportamento istituzionale dei due consiglieri - precisa la Felicioli - i quali hanno fino a poco tempo fa sollevato pubblicamente, attraverso i giornali, la questione di via Generale Ameglio, ma al momento del voto della mozione, finalizzata a dare nuove risposte alla cittadinanza, richiamando in causa l'amministrazione sullo stato delle cose, sono usciti dall'aula non permettendo di raggiungere il numero legale". "La mozione - spiega Orazio Serrano - verrà adesso riproposta a data da destinarsi in consiglio".

La questione dell'isola ecologica di via Generale Ameglio era stata sollevata dai consiglieri Anastasi e Mascali, unitamente ai consiglieri Neri e Tasco, nel mese di gennaio scorso. "Distruzione e vandalismo": questo lo scenario descritto.

Al momento la struttura di Nesima resta una ferita aperta per la comunità. L'assessore Rosario D'Agata, in data 21 ottobre 2014, dopo il consiglio itinerante effettuato insieme ai consiglieri del quartiere, aveva precisato come la "struttura di via Generale Ameglio fosse stata inserita nel piano triennale delle opere pubbliche".

Oggi il tema resta ancora vivo e il problema da risolvere. "Credo sia giusto affrontare la questione nelle opportune sedi istituzionali - conclude Maria Grazia Felicioli - non soltanto pubblicamente. Reputo il comportamento dei due consiglieri sopracitati una mancanza di coerenza che non fa bene alla nostra cittadinanza e che rischia di portare ancora più per le lunghe la ricerca di una soluzione"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Sostituzione infissi: come ottenere lo sconto in fattura

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento