rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Istituto "Carlo Gemmellaro", chiarimento tra Dirigente e studenti: si rientra in classe

La protesta era nata perchè i ragazzi lamentavano l'inagibilità di una parte del plesso e carenze igienico-sanitarie. Gli alunni si sono resi conto che, come già puntualizzato, la preside aveva già effettuato tutte le richieste indirizzate all’Ente locale, relative ad interventi ordinari e straordinari

Gli alunni dell'istituto “Carlo Gemmellaro” ritornano in classe dopo un chiarimento costruttivo avuto con la dirigente scolastica, la professoressa Concetta Valeria Aranzulla. La protesta era nata perchè i ragazzi lamentavano l'inagibilità di una parte del plesso e carenze igienico-sanitarie. Gli alunni si sono resi conto che la preside, come aveva già dichiarato a CataniaToday, aveva effettuato tutte le richieste indirizzate all’Ente locale, relative ad interventi ordinari e straordinari, tesi a garantire lo svolgimento regolare delle attività didattiche. Purtroppo i giusti tempi della burocrazia non coincidono con l’immediatezza della manutenzione straordinaria. Questo è stato il motivo che ha esasperato gli animi degli studenti, fino a spingerli alle proteste.

"Occorre, anche dare atto all'amministrazione della Città Metropolitana di Catania di una collaborazione con l’istituto scolastico Carlo Gemmellaro, in merito ad interventi di manutenzione ordinaria, effettuata in questi quattro anni di dirigenza", spiega la dirigente che ha informato gli studenti sulla rassicurazione ricevuta in questi anni da parte della Provincia di aver inserito l’I.I.S. Carlo Gemmellaro tra le scuole su cui intervenire, grazie ai finanziamenti del Miur per l’edilizia scolastica.

Come promesso, la professoressa Concetta Valeria Aranzulla ha mantenuto l’impegno che aveva assunto con gli studenti, ripristinando una situazione che per una serie di fattori contingenti non dipesi dalla sua volontà o da negligenza alcuna avevano portato gli studenti a protestare riunendosi nel cortile dell’istituto. "Ho sempre tenuto la porta aperta ai miei studenti e mi dispiace tantissimo che, nonostante sia chiaro a tutti che la situazione non è dipesa da volontà alcuna, ma da una serie di congiunture sfavorevoli, si sia creato un difetto di comunicazione, che non ha favorito la presa di coscienza da parte degli studenti sulle reali problematiche che stavano dietro i motivi della loro protesta. Ciò nonostante tengo a precisare che c’è e ci sarà sempre per tutti coloro che sono disposti alla collaborazione e al confronto per il bene della scuola e degli studenti", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituto "Carlo Gemmellaro", chiarimento tra Dirigente e studenti: si rientra in classe

CataniaToday è in caricamento