rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca San Michele di Ganzaria

San Michele di Ganzaria, Open Fiber avvia i lavori per la rete ultraveloce

Grazie alla rete FTTH cittadini, imprese e uffici pubblici usufruiranno di servizi online veloci e sicuri

Altre 2.200 unità immobiliari connesse alla nuova rete di telecomunicazioni in fibra ottica. È quanto avverrà a San Michele di Ganzaria, dove l’infrastruttura realizzata da Open Fiber nell’ambito del Piano BUL (Banda Ultra Larga) sta per essere estesa grazie all’interessamento dell’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Danilo Parasole. Infratel, la società in house del Ministero dello Sviluppo Economico, ha infatti messo a gara la realizzazione e la gestione dei collegamenti ultraveloci nelle cosiddette aree bianche del Paese, zone in cui nessun operatore ha manifestato interesse a investire. Open Fiber – vincitrice dei tre bandi per il piano di cablaggio che interesserà circa 6.200 comuni in tutta Italia – dopo l’intervento già eseguito a San Michele è pronta ad ampliare il cablaggio così come disposto dalla stessa Infratel. Il progetto punta a potenziare la rete di San Michele di Ganzaria con l’obiettivo di ridurre il digital divide sul territorio e garantire ai cittadini, alle imprese e alle pubbliche amministrazioni un accesso diffuso ai servizi di connettività rapidi ed efficienti.

“Grazie a questo nuovo investimento, il nostro Comune guarda al futuro con ottimismo e consapevole di affrontare, grazie alla fibra, i cambiamenti e le opportunità di sviluppo offerti dalla digitalizzazione - dice il sindaco Danilo Parasole -. I cittadini e gli imprenditori potranno quindi usufruire di una moderna connessione che permetterà di utilizzare tutte le tipologie di servizi evoluti e imprescindibili per lo studio, il lavoro e le attività online delle aziende”. Open Fiber si occuperà della progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione ventennale - in modalità wholesale – dell’infrastruttura di rete, che rimane di proprietà pubblica. Le risorse stanziate non gravano sul bilancio del Comune poiché l’intervento è finanziato con fondi statali e regionali. La fibra ottica che Open Fiber poserà nel centro urbano, nelle periferie e nelle contrade di San Michele di Ganzaria è una tecnologia ecosostenibile, poiché consuma energia solo durante la trasmissione e le sue elevate capacità conduttive evitano dispersioni. L’infrastruttura in fibra ottica non risente infatti di disturbi elettromagnetici, non subisce variazioni a causa della temperatura e delle condizioni atmosferiche e riflette il segnale di ingresso senza perdita di dati. I lavori per il cablaggio della banda ultralarga, inoltre, non interferiranno con altre infrastrutture (tubazioni e reti) già esistenti. In una seconda fase, anche San Michele di Ganzaria sarà coinvolto nel Piano “Italia a 1 Giga”: l’iniziativa rientra nella Strategia italiana per la banda ultralarga ed è finanziata con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR). Open Fiber è il principale operatore italiano di fibra ottica FTTH e tra i leader in Europa. Essendo un operatore wholesale only non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma mette la sua infrastruttura a disposizione di tutti gli operatori interessati a parità di condizioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Michele di Ganzaria, Open Fiber avvia i lavori per la rete ultraveloce

CataniaToday è in caricamento