menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controllo lavoro nero: scoperti 11 irregolari e sospese tre aziende

Contrasto al capolarato nelle campagne e prevenzione "morti bianche". A lavoro i carabinieri del nucleo provinciale di Catania

Il lavoro nero continua ad essere una piaga dell'edilizia e dell'agricoltura catanese. A lavoro per contrastare questo fenomeno allarmante i carabinieri del nucleo provinciale di Catania che nell'ultima settimana di lavoro hanno indagato su ben quattro aziende agricole, scovandone due totalmente irregolari nelle campagne di Paternò. Le due aziende avevano rispettivamente tutti lavoratori stranieri in nero, di cui sette bulgari, due nigeriani e un gambiano. Anche nelle altre attività sono stati scovati dieci braccianti irregolari con maxi sanzione di quattro mila euro per ogni lavoratore. L'operazione nel totale ha recuperato 20.200,00 euro di contributi e premi assistenziali, contestando sanzioni amministrativi per 42.000,00 euro.

Nel settore dell'edilizia i carabinieri hanno sospeso l'attività un cantiere di Caltagirone dove è stato ritrovato un lavoratore in nero, un ponteggio pericoloso e  mancata sorveglianza sanitaria per gli operai. Anche ad Aci S. Antonio i militari hanno rilevato ponteggi rischiosi e non idonei. Nel totale sono state contestate sanzioni amministrative per 5.200,00 euro, inflitte sanzioni per 

7.500,00 euro e recuperati 2.000,00 di contributi e premi assistenziali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo: come eliminarlo

Alimentazione

Ingrassare: i periodi nei quali lo si fa 'naturalmente'

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento