rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Ancora una bomba d'acqua nel catanese: strade come fiumi e piene di detriti

Diversi gli automobilisti rimasti in panne a causa dell'acqua. I vigili del fuoco hanno inviato sul posto i sommozzatori per recuperare alcune persone rimaste bloccate

Non c'è tregua per la Sicilia orientale che continua a subìre allagamenti e disagi a causa del forte maltempo che si è abbattuto ormai da settimane. Anche per la giornata di oggi, la Protezione civile ha diramato un bollettino di allerta meteo gialla. I rovesci dovrebbero attenuarsi in mattinata per poi ricominciare nel primo pomeriggio. 

Sono, infatti, previste "precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento".

Ieri, una violentissima 'bomba d'acqua" si è abbattuta tra le ore 14 e le 15 e anche, nel tardo pomeriggio, un forte temporale ha nuovamente reso impraticabili le strade.

Diversi gli automobilisti rimasti in panne a causa dell'acqua. I vigili del fuoco hanno inviato sul posto i sommozzatori per recuperare alcune persone rimaste bloccate. E' stata disposta la chiusura di alcuni svincoli della strada statale 417, la Catania-Gela all'altezza degli svincoli per Raddusa con la ss 108 e di Ramacca e Palagonia la sp 25. 

Nei territori di Palagonia, Ramacca e Mineo il cielo è diventato nero e l'acqua è caduta con incredibile violenza. Il terrore si è subito sparso tra gli automobilisti quando hanno visto dei detriti staccarsi dalle vicine colline, già rese fragili dal nubifragio di giovedì scorso. Sono stati gli stessi automobilisti a chiedere aiuto chiamando i soccorritori, che quando sono arrivati hanno trovato quasi 50 centimetri d'acqua sull'asfalto. Sul posto vigili del fuoco che hanno dato i primi aiuti alle persone in difficoltà, e una squadra di sommozzatori della polizia. A regolare il traffico la polstrada di Caltagirone che dopo diverse ore, per permettere il deflusso delle auto bloccate, ha aperto la statale al traffico con una corsia a senso di marcia alternata. Con l'arrivare del buio la strada, per l'incolumità del personale presente sul posto, potrebbe essere nuovamente chiusa perché i detriti non sono stati ancora rimossi. L'acqua è caduta copiosa anche in strade provinciali e in fondi agricoli della stessa zona, Non si sono avute segnalazioni di persone ferite. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora una bomba d'acqua nel catanese: strade come fiumi e piene di detriti

CataniaToday è in caricamento