Cronaca

Mgm si costituisce presso il foro di Catania, Monica Foti è la referente dell'associazione

Trasparenza, cambiamento, soluzioni e concertazione: questi saranno i cardini dell’azione di M.G.A. presso il nostro Foro, nel solco della linea politica nazionale dell’associazione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

M.G.A., la Mobilitazione Generale degli Avvocati, l’associazione forense nazionale di matrice sindacale, fondata dall’avvocato barlettano Cosimo D. Matteucci che ne è il presidente, e che ha rivoluzionato il sindacato e la politica forense, ha avviato il proprio radicamento territoriale anche presso il Foro di Catania. “Trasparenza, cambiamento, soluzioni e concertazione: questi saranno i cardini dell’azione di M.G.A. presso il nostro Foro, nel solco della linea politica nazionale dell’associazione” – lo dichiara la referente territoriale: Monica Foti. “Abbiamo le idee chiare su quelli che sono i problemi della giustizia locale e degli uffici giudiziari” – continua l’avvocato sindacalista – “e su quelle che sono le difficoltà di esercizio della professione, specialmente in un periodo di grave crisi della categoria, come quello attuale.

Opereremo affinchè venga garantita la trasparenza e l’equa distribuzione degli incarichi di nomina giudiziaria, la massima conoscenza e informazione delle attività del C.O.A., dei delegati alla Cassa Forense e all’O.U.A., e la massima trasparenza, efficacia ed efficienza delle strutture e degli organismi istituiti dall’Ordine. Opereremo affinchè venga garantita la puntualità dell’orario di inizio delle udienze; la qualità della formazione professionale e dell’aggiornamento professionale gratuito, e affinchè vengano garantite le migliori condizioni di esercizio della professione ed il miglior funzionamento della giustizia locale. Questo è un periodo importante per MGA e per tutti noi, siamo infatti impegnati nell’affermazione di una nuova visione sociale, sindacale, politica e culturale della categoria professionale: anche gli avvocati sono lavoratori, questa è la sua sintesi, così come sono lavoratori tutti gli altri professionisti e tutte le partite iva. Mutualismo e solidarietà interprofessionale ed intercategoriale, sono queste le parole che costituiscono le chiavi di lettura della nostra azione politica e sindacale.

Dobbiamo unire tutto ciò che è stato separato, dobbiamo aggregare ed aggregarci, dobbiamo unirci a tutti gli altri lavoratori, perché questo è l’unico modo per affrontare meglio e magari risolvere, quelli che sono i problemi comuni, a partire dall’iniquità del sistema fiscale e del sistema previdenziale. E’ per questo che abbiamo aderito alla Coalizione 27 Febbraio e partecipato alle manifestazioni nazionali promosse da quest’ultima, la prima presso la sede nazionale dell’INPS il 26/04 e la seconda il 24/06 presso Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Agli avvocati e a tutti gli altri professionisti diciamo una cosa: le nostre condizioni sia di lavoro che di vita possono migliorare solo se migliorano quelle di tutti, nessuno si può salvare da solo. Dobbiamo incrociare le lotte, questa è la nostra soluzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mgm si costituisce presso il foro di Catania, Monica Foti è la referente dell'associazione

CataniaToday è in caricamento