Mgm si costituisce presso il foro di Catania, Monica Foti è la referente dell'associazione

Trasparenza, cambiamento, soluzioni e concertazione: questi saranno i cardini dell’azione di M.G.A. presso il nostro Foro, nel solco della linea politica nazionale dell’associazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

M.G.A., la Mobilitazione Generale degli Avvocati, l’associazione forense nazionale di matrice sindacale, fondata dall’avvocato barlettano Cosimo D. Matteucci che ne è il presidente, e che ha rivoluzionato il sindacato e la politica forense, ha avviato il proprio radicamento territoriale anche presso il Foro di Catania. “Trasparenza, cambiamento, soluzioni e concertazione: questi saranno i cardini dell’azione di M.G.A. presso il nostro Foro, nel solco della linea politica nazionale dell’associazione” – lo dichiara la referente territoriale: Monica Foti. “Abbiamo le idee chiare su quelli che sono i problemi della giustizia locale e degli uffici giudiziari” – continua l’avvocato sindacalista – “e su quelle che sono le difficoltà di esercizio della professione, specialmente in un periodo di grave crisi della categoria, come quello attuale.

Opereremo affinchè venga garantita la trasparenza e l’equa distribuzione degli incarichi di nomina giudiziaria, la massima conoscenza e informazione delle attività del C.O.A., dei delegati alla Cassa Forense e all’O.U.A., e la massima trasparenza, efficacia ed efficienza delle strutture e degli organismi istituiti dall’Ordine. Opereremo affinchè venga garantita la puntualità dell’orario di inizio delle udienze; la qualità della formazione professionale e dell’aggiornamento professionale gratuito, e affinchè vengano garantite le migliori condizioni di esercizio della professione ed il miglior funzionamento della giustizia locale. Questo è un periodo importante per MGA e per tutti noi, siamo infatti impegnati nell’affermazione di una nuova visione sociale, sindacale, politica e culturale della categoria professionale: anche gli avvocati sono lavoratori, questa è la sua sintesi, così come sono lavoratori tutti gli altri professionisti e tutte le partite iva. Mutualismo e solidarietà interprofessionale ed intercategoriale, sono queste le parole che costituiscono le chiavi di lettura della nostra azione politica e sindacale.

Dobbiamo unire tutto ciò che è stato separato, dobbiamo aggregare ed aggregarci, dobbiamo unirci a tutti gli altri lavoratori, perché questo è l’unico modo per affrontare meglio e magari risolvere, quelli che sono i problemi comuni, a partire dall’iniquità del sistema fiscale e del sistema previdenziale. E’ per questo che abbiamo aderito alla Coalizione 27 Febbraio e partecipato alle manifestazioni nazionali promosse da quest’ultima, la prima presso la sede nazionale dell’INPS il 26/04 e la seconda il 24/06 presso Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Agli avvocati e a tutti gli altri professionisti diciamo una cosa: le nostre condizioni sia di lavoro che di vita possono migliorare solo se migliorano quelle di tutti, nessuno si può salvare da solo. Dobbiamo incrociare le lotte, questa è la nostra soluzione.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento