NAS: sequestrate 18 tonnellate di un mangime pericoloso per la salute pubblica

I Carabinieri del NAS di Catania, presso un mangimificio della provincia, hanno proceduto al sequestro penale di oltre 2 tonnellate di mangime per bovini da ingrasso: il valore dei mangimi e degli animali sequestrati ammonta a 300mila euro circa

I Carabinieri del NAS di Catania, presso un mangimificio della provincia, hanno proceduto al sequestro penale di oltre 2 tonnellate di mangime per bovini da ingrasso. Il provvedimento è scaturito a seguito di analisi di laboratorio svolte su un campione di tale prodotto prelevato presso un allevamento del messinese, che hanno evidenziato la presenza di “clenbuterolo”, sostanza anabolizzante vietata nell’alimentazione zootecnica. Ulteriori 11 tonnellate di un analogo mangime sono state sottoposte a sequestro cautelativo sanitario, in attesa dell’esito delle analisi di laboratorio.

L’illecito utilizzo del “clenbuterolo” nella composizione di mangimi destinati a capi di bestiame è mirata a causare in maniera artificiosa e precoce la crescita dell’animale. Regolari somministrazioni di mangime contenente tale sostanza determinano infatti un rigonfiamento dei muscoli, aumentando la massa magra dell’animale. Il consumo di carne contenente residui di detto anabolizzante può però comportare seri problemi di salute, in quanto si accumula nel fegato e risulta particolarmente pericoloso per persone affette da patologie cardiache.


Oltre ai prodotti sopra indicati l’operazione, coordinata dalle Procure della Repubblica di Catania e di Barcellona Pozzo di Gotto (ME), ha consentito di porre sotto sequestro altre 5 tonnellate del mangime contenente la sostanza illecita, rinvenute presso l’allevamento della provincia di Messina, nonché gli 82 capi bovini detenuti presso tale struttura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Il valore dei mangimi e degli animali sequestrati ammonta a 300mila euro circa. Il titolare del mangimificio è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento