rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca

Picchia madre e fratello per i soldi della droga: arrestato cingalese

Pur di ottenere il denaro non ha esitato per anni a minacciare di morte e picchiare la madre e il fratello 15enne

Un 20enne cingalese residente  a Catania è stato arrestato dai carabinieri di piazza Verga  in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale etneo perché indagato per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, ingiurie e minacce il tutto aggravato dall’aver agito anche nei confronti di familiare minorenne.

Il 20enne pur di ottenere il denaro per acquistare la droga non ha esitato per anni a minacciare di morte e picchiare la madre di 40 anni ed il fratello 15enne. Ad ogni diniego ricevuto dalla donna in precarie condizioni economiche il giovane non ha esitato ad insultarla anche in presenza del minorenne. 

Grazie alla denuncia presentata ai carabinieri di piazza Verga - dov’è attivo un ufficio dedicato proprio alle fasce deboli – si è potuta ricostruire la via crucis patita dalle vittime con la raccolta delle prove he hanno consentito all’Autorità Giudiziaria di emettere il provvedimento restrittivo.

Il 20enne al momento si trova già nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto,  in quanto indagato precedentemente del reato di “atti persecutori” commesso nei confronti di una ragazza universitaria di Catania.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia madre e fratello per i soldi della droga: arrestato cingalese

CataniaToday è in caricamento