Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Playa

Scarichi alla Plaia, il Comune: "Analisi ok: nessun rischio per i bagnanti"

Con una nota l'amministrazione comunale ribadisce la bontà delle analisi effettuate. La polemica, però, non accenna a placarsi e balneari e bagnanti chiedono lo stop agli sversamenti

Non accenna a placarsi la polemica sugli sversamenti ancora in atto - contrariamente agli anni precedenti - in alcuni punti della Plaia di Catania. Sia la prefettura, con un tavolo tecnico, sia la commissione Urbanistica, con alcune sedute in programma, stanno cercando di fare chiarezza sul caso ma la soluzione non è ancora stata trovata. Non si tratta di una soluzione definitiva: negli anni si è andati avanti, per questi scarichi provenienti dalla zona industriale, con soluzioni tampone. Semplicemente venivano "chiusi" nel periodo estivo e riaperti per il resto dell'anno. La soluzione definitiva ha a che fare con un sistema di depurazione efficiente ed efficace.

Intanto l'amministrazione, in una nota, ha puntualizzato che fare il bagno alla Plaia è sicuro: “Le analisi effettuate sino ad oggi dagli enti preposti, ma anche dall’Università per conto di Sidra, nelle acque dei canali di raccolta che sfociano in due punti diversi della Plaia, non pongono l'esigenza di particolari divieti, come quello della balneazione in mare. La riunione tecnica che si è svolta in prefettura su richiesta urgente del sindaco Pogliese ha confermato che allo stato non esistono rischi di sorta per i cittadini, poiché le acque dei canali non presentano, al momento, le caratteristiche tali per impedire la balneazione nella spiaggia di viale Kennedy. Tuttavia permane alta l'attenzione di tutte le istituzioni, in primis del Prefetto Librizzi, su una questione di fondamentale rilievo come la tutela ambientale di una delle spiagge più pregiate della Sicilia orientale, su cui è doveroso fare chiarezza, anche alla luce di interpretazioni talvolta fuorvianti".

"In questa sede non serve spiegare che si tratti di una vicenda a competenza plurima - prosegue la nota - e che purtroppo gli impianti di depurazione attualmente esistenti non consentono uno smaltimento corretto delle acque, siano esse meteoriche che di scarichi reflui. Quello che conta è che i cittadini che si recano alla Plaia stiano in sicurezza, certi della massima attenzione degli organi preposti, sia tecnici che amministrativi, ma anche della Giustizia, in cui confidiamo pienamente per l’attribuzione delle responsabilità più adeguate nell’interesse dei cittadini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarichi alla Plaia, il Comune: "Analisi ok: nessun rischio per i bagnanti"

CataniaToday è in caricamento