Santa Maria La Scala, attesa per il recupero di Enrico: avvistata una sagoma

Dopo una verifica sul campo, effettuata dai vigili del fuoco, gli operatori hanno riscontrato che non si trattava del corpo di Enrico Cordella. Le ricerche, pertanto, continuano senza sosta

Aggiornamento: dopo una verifica sul campo, effettuata dai vigili del fuoco, gli operatori hanno riscontrato che non si trattava del corpo di Enrico Cordella. Le ricerche, pertanto, continuano senza sosta

Questa mattina la sala operativa del comando provinciale dei vigili del fuoco di Catania, ha ricevuto la segnalazione dell'avvistamento di quella che sembrava una sagoma galleggiante nello specchio d'acqua antistante i faraglioni di Acitrezza. Squadre terrestri, unità navali, aeree ed il nucleo sommozzatori, in questo momento, stanno concentrando le ricerche sull'area segnalata. Potrebbe trattarsi della salma di Enrico Cordella, il terzo dei tre giovani travolti da un'onda a Santa Maria La Scala durante la mareggiata di domenica scorsa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento