rotate-mobile
Cronaca

La Uil chiede più controlli contro le irregolarità nelle residenze per anziani e disabili

Le segretarie generali di Uil e Uil Pensionati Catania commentando la notizia dell’inchiesta a carico della direttrice di una struttura socio-sanitaria in provincia di Catania, ora agli arresti per maltrattamenti aggravati

“Pretendiamo attenzione, rispetto, tutele per i nostri anziani e per la nostra vecchiaia. Ben vengano le denunce, purtroppo rare, di vittime e familiari ma non bastano per eliminare lo scandalo delle residenze-lager. Servono prevenzione, controlli, sanzioni. E un inasprimento delle pene. C’è spazio in campagna elettorale anche per un tema come questo?”. Lo affermano le segretarie generali di Uil e Uil Pensionati Catania, Enza Meli e Maria Pia Castiglione, commentando la notizia dell’inchiesta a carico della direttrice di una struttura socio-sanitaria in provincia di Catania, ora agli arresti per maltrattamenti aggravati.

“Siamo grati alla squadra mobile e alla magistratura – aggiungono Enza Meli e Maria Pia Castiglione – per avere dato seguito con efficacia e tempestività all’esposto presentato dal parente di un ospite di quella che sembra un paradosso definire casa di cura. Temiamo, purtroppo, che sia emersa così soltanto la punta di un iceberg. Alle istituzioni pubbliche, quindi, ribadiamo la richiesta di verifiche capillari e sistematiche non solo sulle residenze socio-sanitarie per anziani e disabili ma anche sul personale di queste strutture perché ne siano accertate le attitudini psico-fisiche a svolgere un lavoro tanto delicato”. Le esponenti sindacali concludono “ricordando la denuncia del segretario generale della Uil Pensionati Sicilia, Claudio Barone, sulle intollerabili opacità di un sistema segnato dalla presenza di molte case di cura che, se non hanno convenzioni pubbliche, non risultano neppure censite da Assessorato regionale ed enti locali di riferimento”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Uil chiede più controlli contro le irregolarità nelle residenze per anziani e disabili

CataniaToday è in caricamento