Riviera dei Ciclopi: scoperto casinò abusivo dentro albergo lussuoso

Scoperto nelle sale di un lussuoso albergo (da poco tempo inaugurato) vicino la Riviera dei Ciclopi di Acireale un vero e proprio Casinò, dove si stava svolgendo un torneo illegale di Poker Texas Hold'Em

La scorsa notte, i militari della Guardia di Finanza di Catania, hanno scoperto nelle sale di un lussuoso albergo (da poco tempo inaugurato) vicino la Riviera dei Ciclopi di Acireale un vero e proprio Casinò, dove si stava svolgendo un torneo illegale di Poker Texas Hold'Em.

Scopo di tale gioco è vincere il piatto, cioè le puntate fatte nel corso di una mano. Due, invece, i modi per incassare: essere l’ultimo giocatore in gioco o avere la mano più alta nel caso in cui si rimanga più di un giocatore.

I Finanzieri, da alcuni giorni, avevano notato una strano movimento di auto lussuose vicino l’hotel. Un finanziere in borghese, dotato di smartphone e col pretesto di chiedere informazioni sui prezzi delle camere, è riuscito ad entrare nella sala adibita, dal Direttore dell’Hotel, al gioco clandestino riprendendo il tutto e constatando cosa effettivamente avveniva.

Il Finanziere ha così fatto intervenire gli altri Colleghi per  “bloccare” complessivamente 25 persone. Tutte denunciate per gioco illegale, tra cui due organizzatori, sprovvisti della prevista autorizzazione rilasciata dall’ AAMS ed il Direttore dell'albergo per avere messo a disposizione la sala.

Un torneo dal "monte premi" davvero ricco che aveva fatto gola inizialmente a circa 180 partecipanti provenienti da ogni parte della Sicilia.
Sequestrato il ricco bottino di 92.000 €, che sarebbe stato successivamente suddiviso tra i vincitori. Unitamente ai proventi illeciti è stato, inoltre, sequestrato  tutto il materiale utilizzato per dar vita alla competizione quali fiches e tavoli da gioco.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento