Dissesto, Catania è salva: via libera definitivo dal Senato

"Catania può guardare al futuro con serenità - dice il Sindaco - dopo il buio in cui era stata relegata per le scelte sbagliate del passato"

“Le norme per salvare Catania dal dissesto finanziario in cui ci è stata consegnata, sono diventate legge dello Stato". Lo ha detto il sindaco Salvo Pogliese commentando la votazione definitiva al Senato della legge di conversione del Decreto Legge Crescita.

"Un’emozione grandissima - continua il primo cittadino - un fatto di straordinaria importanza frutto di interlocuzione serrata, durata un anno, con il governo e il parlamento nazionale a cui va riconosciuto il merito di avere ascoltato le nostre richieste, anteponendo gli interessi della Città a quelli di schieramento politico o di appartenenza partitica. Grazie a un lavoro costante e concreto messo in campo insieme al vicesindaco Roberto Bonaccorsi, al solo scopo di promuovere le esigenze del Comune nei ministeri e nelle sedi parlamentari, Catania può guardare al futuro con serenità, dopo il buio in cui era stata relegata per le scelte sbagliate del passato. Si apre adesso una fase nuova per la città, che affronteremo con entusiasmo e passione, ma anche rigore e risolutezza, per dare alla cittadinanza quello che gli spetta in termini di servizi, eliminando sprechi e inefficienze, continuando ad amministrare la nostra Catania con una rinnovata scelta d’amore”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento