Scendi in campo per la legalità - vince la squadra Amici dell'amministrazione

La squadra Amici dell'Amministrazione batte la squadra dell'Arma, bomber della serata Piero Paternò con la maglia di libero Grassi, della squadra Rossa.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Concluso il 3° evento realizzato dal Comitato Spontaneo Cittadino "Una Giornata per la Legalità". Mercoledì 28, infatti, nella cittadina custode del Millenario Castagno dei Cento Cavalli, si è tenuta la partita della legalità, organizzata dallo stesso comitato e patrocinata dall'Ufficio Presidenza del Consiglio Comunale, della stazione dei Carabinieri di Sant'Alfio e delle Associazioni Libera, nomi e numeri contro le mafie e LOLA, presso la struttura comunale Prato Verde; a contendersi l'ambito premio, da un lato gli amici dell'Amministrazione con a capo il neo Sindaco Giuseppe Nicotra e dall'Altro gli Amici dei Carabinieri con il Comandante della stazione locale Mar. Alfio Polisano.
L'evento, iniziato con l'inno d'Italia e successivamente con la Fedelissima dell'Arma, suonate entrambi dal corpo bandistico città di Riposto, ha riscosso un notevole successo e partecipazione. Tra le file degli invitati, oltre che agli amministratori dei Paesi limitrofi, anche il Comandante del 62° Reggimento Fanteria Sicilia Colonnello Leonardo Privitera che, in alta uniforme, ha rappresentato ogni forza armata vittima dei vili attentati di stampo terroristico/mafioso.
"L'evento ha riscosso un gran bel risultato, siamo riusciti in poco tempo a realizzare una manifestazione di profondo valore, al fine di perseguire la lotta alla mafia, che risulta essere il primo vero problema della nostra amatissima terra" ha sottolineato Fabio Salanitri, tra i componenti del Comitato Organizzatore - "Grazie alle istituzioni patrocinanti, alle autorevoli autorità presenti ma soprattutto ai partecipanti all'evento stesso, siamo riusciti a segnare un Goal alla mafia, onorando e difendendo i valori profusi dalle numerosissime vittime".
La partita si è conclusa con la proiezione di un video, realizzato dagli organizzatori e successivamente con la premiazione delle targhe riconoscimento alle due squadre.
Torna su
CataniaToday è in caricamento