Cronaca Barriera / Via Pietro Novelli

Report sicurezza: le strade della città sono un percorso ad ostacoli

Guidare a Catania è come praticare una gincana su un circuito sterrato. Poche sono le strade totalmente asfaltate: la maggior parte delle vie cittadine è "impraticabile" a causa di buche, dossi e crepe

Guidare a Catania è come praticare una gincana su un circuito sterrato. Poche sono le strade, totalmente, asfaltate la maggior parte delle vie cittadine è “impraticabile” a causa di buche, dossi e crepe.

Da gennaio ad agosto di quest’anno, le richieste di rimborso danni avanzate al Comune di Catania a causa di incidenti provocati dalle condizioni delle strade o dei marciapiedi della città, sono state 123.

Le richieste di risarcimento per incidenti causati dalle condizioni “precarie” della strada o dei marciapiedi, vanno da 200 euro a 1 milione - dichiara l’architetto Marialuisa Areddia, dirigente dell’ufficio risarcimento danni del Comune di Catanial’indennizzo dipende dalla gravità dell’infortunio che può andare dalla semplice ruota scoppiata fino alla morte. Quantificare tutto in termini di denaro è difficile, poiché l’andamento è fluttuante”.

Sempre dall’ufficio preposto al risarcimento ci informano che il Comune è senza assicurazione dall'anno 2000. Tutte le richieste di danni, quindi, vanno al contenzioso. Non essendoci periti e medici assicurativi comunali, è il giudice che decide il rimborso. “Secondo i recenti dati, l’amministrazione comunale ha rimborsato, nell’ultimo anno, un totale di 500 mila euro”, conclude l’architetto Areddia.

Abbiamo fotografato e documentato la condizione di alcune strade della città di Catania.

Primo stop alla Circonvallazione, altezza del ponte Tondo Gioeni: la strada è devastata da crepe e buche, anche la limitrofa via Battista Grassi, percorribile in entrambi i sensi, non si salva da spacchi e fosse nel manto stradale.

Secondo pit stop in Via Etnea alta, dove le innumerevoli incrinature della strada e il profondo squarcio del manto stradale, sono un pericolo per i motociclisti. Stessa situazione nella zona di Barriera qui, le strade fotografate sono via Pietro Novelli, via Pietro dell’Ova, Piazza del Carmelo e via Modigliani. Oltre alle consuete crepe e pertugi, si trova un altro fenomeno: lungo la piazza, le radici degli alberi stanno alzando l’asfalto creando delle vere e proprie cunette. In via Modigliani, invece, il marciapiede è scosceso e difficile da percorrere, soprattutto per i tanti anziani del quartiere.

Identiche le condizioni delle strade nella zona di Piazza Dante, vicino l’ospedale Santo Bambino. Sia la Via Mascali sia, la via Torre del Vescovo presentano buche profonde. Le altre strade fotografate, Piazza Roma, via Sant’Euplio , viale XX Settembre, via Firenze e via Luigi Pirandello non fanno eccezione, strade dissestate e tentativi “tappa buchi” con asfalto sopra asfalto non sembrano migliorare la situazione, ma al contrario creano irregolari mini dossi di cemento.

Dal Comune di Catania ci informano che, con il completamento dei lavori di metanizzazione, ci sarà anche il ripristino del tappetino d’asfalto stradale in diversi quartieri cittadini, poiche, come dimostrano le foto, molte strade cittadine sono state lasciate all’incuria negli anni scorsi.

Gli interventi, voluti dal Sindaco Stancanelli e curati dall’assessorato ai lavori pubblici guidato da Sebastiano Arcidiacono, riguardano attualmente la zona di via Sebastiano Catania e Barriera, dove, col completamento degli allacciamenti, verrà “steso” il nuovo tappetino d’asfalto per ripristinare condizioni ottimali per la sicurezza della viabilità e dei pedoni.
 

Segnalate le buche delle strade di Catania alla nostra redazione, scrivendo alla mail cataniatoday@citynews.it


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Report sicurezza: le strade della città sono un percorso ad ostacoli

CataniaToday è in caricamento