rotate-mobile
Cronaca

Sparatoria a Librino, 4 affiliati a clan Cappello in carcere per tentato omicidio

Quattro persone sono state arrestate con l'accusa di tentato omicidio in concorso e detenzione e porto in luogo pubblico di almeno due pistole calibro 7,65. I fatti risalgono alla sera dell'8 agosto del 2020, giorno in cui avvenne la sparatoria che terminò con 2 morti

Quattro persone sono state arrestate con l'accusa di tentato omicidio in concorso e detenzione e porto in luogo pubblico di almeno due pistole calibro 7,65. Si tratta di quattro esponenti del clan Cappello che la sera dell'8 agosto del 2020 si affrontarono in strada, nel quartiere di Librino, con esponenti dei "Cursoti Milanesi". Sparatoria che terminò con 2 morti, Martino Carmelo Sanfilippo e Rosario Viglianesi, e diversi feriti.

In manette sono finiti Rocco Ferrara (16 anni e otto mesi di carcere), Riccardo Pedicone (14 anni, tre mesi e tre giorni), Gioacchino Spampinato (14 anni, tre mesi e 10 giorni) e Luciano Tudisco (14 anni, già detenuto per altra causa). I quattro erano già stati condannati con rito abbreviato in primo grado. I primi tre sono sati trasferiti nel carcere Bicocca di Catania.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria a Librino, 4 affiliati a clan Cappello in carcere per tentato omicidio

CataniaToday è in caricamento