menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dieci cose da fare e da vedere a Catania nel tempo libero

La città etnea ha mille volti e tante storie da raccontare. Eccovi i nostri consigli su come e dove trascorrere il vostro tempo libero

Non capita spesso di avere un po' di tempo libero per passeggiare in città, scovare angoli originali e nascosti, ma anche ritrovare scorci molto noti da guardare con occhi nuovi. Catania ha mille volti e tantissime anime. Per questo abbiamo deciso di indicarvi quelle che, secondo noi, sono le dieci cose più interessanti da fare nella città etnea.

1 - Perdersi tra i vicoli della pescheria. Anche per i catanesi doc che conoscono ogni angolo a memoria, la pescheria possiede un fascino irresistibile e sempre nuovo. Passeggiare per i banchi del pesce tra i tendoni rosso sangue e le "vanniate" dei venditori è ogni volta piacevole e divertente. Al mattino presto si può scegliere il pescato migliore, tra quintali di gamberi, vongole, tonno,ricci, pesce azzurro, ma anche frutta, verdura e tanto altro. Se non ci andate da un po' o è la prima volta che la visitate, anche con quaranta gradi, non cadete nella tentazione di indossare i sandali o i vostri piedi "profumeranno" di sale e di mare.

pescheria_ct-2

2- Visitare il monastero dei Benedettini, magari di notte. Il più grande ex monastero di Europa è oggi sede della facoltà di lettere e filosofia. Con i suoi cinquecento anni di storia l'imponente edificio è uno scrigno di bellezze nascoste che meritano di essere osservate con attenzione. Da un paio d'anni è possibile fare delle visite guidate, a volte anche a lume di candela, di notte, per conoscere meglio i luoghi più significativi come i chiostri, il refettorio, il ventre sotterraneo delle cucine "Vaccarini", il coro di notte, la biblioteca con l'emeroteca e il giardino pensile dei novizi.

benedettini-4

3. Fare il giro dell'Etna a bordo della circumetnea. Fare un giro del vulcano sull'antico treno è un modo alternativo per vedere gli splendidi panorami lavici. L'antica ferrovia nata nel 1898 viaggia attraverso numerosi paesi etnei e offre paesaggi suggestivi da gustare con calma. Il piccolo e rumoroso treno vi farà tornare un po' indietro nel tempo e riscoprire il piacere della lentezza.

circum-3

4. Osservare Catania dall'alto della cupola della chiesa di Sant'Agata alla Badia. Da poco restituita alla città, insieme alle terrazze, la parte più alta del gioiello barocco merita senza dubbio una visita.Da quel particolare punto del centro storico avrete uno sguardo a 360 gradi sui tetti più antichi della città, un punto di vista privilegiato e affascinante.

13236131_10208105218001471_779074194_n-3

5. Respirare arte alla fondazione Brodbeck. Se siete appassionati di arte contemporanea questo è il posto giusto per voi. La fondazione, nel cuore del quartiere San Cristoforo, ospita sempre mostre di artisti di calibro internazionale piuttosto difficili da trovare in altri luoghi d'arte catanesi.

fondazione Brodbeck.-3

6. Rilassarsi con una lezione di yoga a Casa Kundalini.  Tra le vie del castello Ursino si "nasconde" un delizioso centro yoga. Gestito dall'insegnante Giulia Guerini offre una programmazione varia all'insegna del benessere. Potete scegliere tra vari stili di yoga: kundalini, hatha, ashtanga, ma anche danza indiana, streching energetico e nel weekend tanti workshop tematici aperti a tutti.

yoga-4

7. Leggere un libro alla Libreria Prampolini. La più antica libreria di Catania si trova in via Vittorio Emanuele II al civico 333 ed ha una storia da raccontare che ha avuto inizio nel 1894 e ha accolto nomi illustri come Giovanni Verga e Vitaliano Brancati. Oggi avrete l'occasione di sfogliare pagine antiche e contemporanee in una location dal sapore retrò.

libreria-2-6

8. Godersi un tramonto a San Giovanni Li Cuti. Il piccolo borgo marinaro sembra disegnato da un pittore, soprattutto al tramonto, in qualsiasi stagione dell'anno. Dopo una lunga giornata passare qualche minuto tra le antiche barche a osservare il mare può essere molto piacevole. 

san giovanni-4

9. Visitare il pozzo di Gammazita. Seppur nascosto, l'antico cortile con i resti di un pozzo leggendario, si trova tra via Zurria e piazza Federico di Svevia. Il luogo custodisce la leggenda di una giovane catanese e una fonte d'acqua sommersa dalla colata lavica del 1669.

pozzo-3

10. Gustare un cannolo da Savia. Luogo simbolo per eccellenza della gastronomia e pasticceria catanese, l'antico laboratorio e bar catanese è una tappa obbligata se ci si vuole fermare a mangiare il dolce tipico siciliano. Cialda croccante, ricotta fresca, gocce di cioccolato e granella di pistacchio, una dolcissima pausa da godersi magari seduti osservando l'ingresso del giardino Bellini.

savia-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento