Tribunale per i minorenni, Algozzino (Uilpa): “Sit in confermato per il 10 maggio a Catania”

La vertenza , che vede la UILPA firmataria, è ufficialmente iniziata ad aprile; le motivazioni principali della protesta sono "le disfunzioni organizzative, l'inadeguatezza della gestione delle risorse umane e la distribuzione disomogenea dei carichi di lavoro".

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Confermato per mercoledì 10 maggio il sit in indetto dalla Uil Pubblica Amministrazione di Catania dinanzi al Tribunale per i Minorenni, dalle 11:00 alle 13:00. A darne notizia è il segretario generale Armando Algozzino che, in una nota, spiega le ragioni che hanno indotto il sindacato a rilanciare la protesta contro i vertici del Tribunale responsabili, secondo l'esponente della Uil, di "disfunzioni organizzative, inadeguatezza della gestione delle risorse umane e distribuzione disomogenea dei carichi di lavoro ai dipendenti" . "La vertenza - spiega il segretario generale della UILPA di Catania - è iniziata ufficialmente il 14 aprile scorso: nessun tentativo di raffreddamento è stato avviato da parte dell'Amministrazione, né tantomeno si è registrata la volontà di intraprendere un reale confronto con i sindacati". Una richiesta di convocazione, in realtà, è arrivata da parte del dirigente amministrativo Rosa Pulito, ed è stata fissata per domani, martedì 9. "Parteciperò all'incontro - precisa Algozzino - tuttavia non si comprendono le ragioni in virtù delle quali la convocazione sia stata estesa anche ad un'altra organizzazione sindacale, non firmataria della vertenza". "Si invita - conclude il segretario - l'amministrazione a riunire attorno al tavolo di raffreddamento tutte le sigle sindacali rappresentative del personale oppure soltanto la UILPA, unica firmataria della vertenza: se la convocazione non sarà opportunamente corretta come indicato, abbandoneremo il tavolo e manifesteremo come già annunciato". "La protesta si terrà sul marciapiedi senza invadere il suolo stradale", si legge ancora nella nota.

Torna su
CataniaToday è in caricamento