Unict: presentato controricorso sullo Statuto impugnato dal Ministero

L'Università ha depositato, ieri, presso il Tar di Catania, un controricorso sullo Statuto d'Ateneo impugnato dal Ministero. "Il ricorso - affermano i legali dell'Università, avvocati Felice Giuffrè e Vincenzo Reina - merita di essere respinto"

L'Università ha depositato, ieri, presso il Tar di Catania, un controricorso sullo Statuto d'Ateneo impugnato dal Ministero. "Il ricorso - affermano i legali dell'Università, avvocati Felice Giuffrè e Vincenzo Reina - merita di essere respinto, non soltanto perchè palesemente infondato, ma anche perchè inammissibile".

Lo Statuto, modificato su richiesta della riforma Gelmini, è stato oggetto di varie polemiche. Fino al 19 gennaio, quando il Ministero ha depositato il ricorso. In base a quanto sostenuto dal Ministero, " l'Università di Catania ha ritenuto di procedere alla pubblicazione del nuovo statuto in Guri senza dare alcuna prova del superamento dei rilievi di legittimità e di merito avanzati dal Ministero".

Il Ministero, secondo i legali di Recca, aveva 120 giorni di tempo per formulare eventuali rilievi ( entro e non oltre il 18.11.2011), "tuttavia solo in data 24 novembre 2011, il Direttore Generale del Ministero dell'Università inviava all'Università di Catania, via fax, una nota".

Sul presunto "eccesso di potere" i legali controbbattono con la radicale inammissibilità e infondatezza. " Lo Statuto dell'Università è atto normativo riconducibile interamente all'autonomia dell'Ateneo. Pertanto, il controllo con richiesta di riesame attribuito al Ministero si configura come esterno, eventuale, non idoneo ad arrestate definitivamente l'entrata in vigore delle disposizioni oggetto di eventuali rilievi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento