Vertenza Bingo Family, è ancora protesta: tre giorni di sit in in via D'Annunzio

"La protesta si rende necessaria- scrive la segreteria provinciale in una nota inviata alla società proprietaria, alla Prefettura, alla Questura, all'Ufficio del lavoro, all'Ispettorato e alla Guardia di Finanza- per la mancata assunzione presso il Bingo family dopo i ripetuti incontri"

Da oggi, mercoledì 4 marzo, sino a venerdì, i lavoratori ex Bingo Family protestano davanti alla sede legale dell'azienda Eliodoro di via D'Annunzio 110. La manifestazione si terrà dalle ore 9 sino alle ore 17. Lo annuncia la Filcams Cgil di Catania.

"La protesta si rende necessaria- scrive la segreteria provinciale in una nota inviata alla società proprietaria, alla Prefettura, alla Questura, all'Ufficio del lavoro, all'Ispettorato e alla Guardia di Finanza- per la mancata assunzione presso il Bingo family dopo i ripetuti incontri".

Nulla di fatto, dunque, nonostante gli appelli e le denunce, per i 15 lavoratori licenziati che secondo i sindacati sono stati estromessi in maniera illegittima . Lo scorso gennaio, nel corso di un direttivo, la Cgil di Catania ha approvato un ordine del giorno dove è stata espressa una forte condanna all'orientamento aziendale di denunciare sindacalisti e lavoratori. Ma nonostante questo, i sindacati credono ancora che una via di confronto onesto e trasparente con l'azienda sia possibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il segretario provinciale Filcams Marilena Russo spiega che "i lavoratori sono qui per comprendere una volta del tutte se l'azienda ha intenzione di restiture loro la dignità lavorativa o intende proseguire per la sua strada. Questa mattina il dottor Gulisano ha detto che questi lavoratori non sono mai stati effettivamente assunti dalla nuova dirigenza, ma questo non è vero poichè sono serviti a formare il personale poi entrato in servizio. Noi non vogliamo che i nuovi addetti siano licenziati, ma non possiamo accettare passivamente che altri 15 vengano mandati a casa senza un motivo dopo anni di servizio. Staremo qui per tre giorni sperando che si riapra la trattativa tra le parti in gioco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Sparatoria in centro commerciale dopo litigio: un ferito grave

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

  • Tentato omicidio al centro commerciale, il 19enne ha utilizzato pistola con matricola abrasa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento