Aumento Tarsu, approvato emendamento di Puccio La Ros

Dopo un lungo dibattito il consiglio comunale di Catania ha approvato un emendamento promosso dal vice presidente vicario del Consiglio Comunale Puccio La Rosa (FLI) e dal consigliere Franco Montemagno (API), che impegna l’amministrazione comunale, entro sessanta giorni, a predisporre i provvedimenti amministrativi in materia di Tarsu

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Dopo un lungo dibattito il consiglio comunale di Catania, nell’ambito della delibera relativa agli aumenti della tassa sui rifiuti solidi urbani (TARSU), ha approvato un emendamento, poi fatto proprio dall’assessore Bonaccorsi, promosso dal vice presidente vicario del Consiglio Comunale Puccio La Rosa (FLI) e dal consigliere Franco Montemagno (API), che impegna l’amministrazione comunale, entro sessanta giorni, a predisporre i provvedimenti amministrativi e se necessario a inviare al Consiglio Comunale gli atti deliberativi in grado di garantire la riduzione dei costi generali del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, nonché agevolazioni in favore dei cittadini contribuenti, a partire dai prossimi esercizi finanziari attraverso il potenziamento e miglioramento della raccolta differenziata anche nella modalità “porta a porta”.

"Si tratta – afferma Puccio La Rosa – di un importante risultato, l’emendamento approvato, infatti, indica finalmente un percorso di programmazione capace di garantire i cittadini, riducendo i costi, e di migliorare il servizio di smaltimento dei rifiuti tutelando l’ambiente e avviando un percorso produttivo. Ciò, inoltre,  che è più importante – continua La Rosa – è che con questo indirizzo il Consiglio Comunale si sgancia dalla logica di mancata pianificazione degli obiettivi da raggiungere e di assenza di programmazione amministrativa che sta caratterizzando la giunta Stancanelli e penalizzando la città. Assenza di programmazione evidente – afferma ancora La Rosa – negli aumenti indifferenziati della TARSU imposti da Stancanelli per non avere previsto strade e percorsi diversi in questi primi tre anni di gestione della città. Adesso – conclude l’esponente politico – aspettiamo atti e delibere che possano consentire di avviare una politica di gestione del ciclo dei rifiuti guardando alle esigenze di cittadini, categorie produttive e soprattutto dell’intera città.

Torna su
CataniaToday è in caricamento