Calcio Catania: Il Direttore Gasparin: “Base economica immutata, bonus e meritocrazia”

All’Amministratore Delegato rossazzurro Sergio Gasparin abbiamo chiesto di illustrare i dettagli dell’accordo appena raggiunto per il rinnovo contrattuale di Barrientos, da oggi un giocatore del Catania fino al 30 giugno 2015

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Lo stile del Catania fa sì che la società, mossa da idee chiare ed intenzioni di progresso nello sviluppo dei progetti tecnici e di consolidamento della struttura, consideri il tempo una risorsa preziosa, da impiegare principalmente per un lavoro che dia frutti, al di là della convinzione dell’importanza delle parole. All’Amministratore Delegato rossazzurro Sergio Gasparin abbiamo chiesto di illustrare i dettagli dell’accordo appena raggiunto per il rinnovo contrattuale di Barrientos, da oggi un giocatore del Catania fino al 30 giugno 2015. Direttore, la trattativa si è protratta nel tempo: perché? “In effetti è stata una trattativa lunga, laboriosa e complicata, anche perché occorreva risolvere una serie di situazioni arretrate, collegate a vari aspetti contrattuali del rapporto che ha legato Barrientos al nostro club negli anni precedenti”. Quali sono le conclusioni e quali gli aspetti principali del rinnovo? “Come noto, abbiamo prolungato il contratto fino al 30 giugno 2015: quest’intesa permetterà da un lato alla nostra società il mantenimento di un valore e del conseguente controllo patrimoniale del giocatore, dall’altro consente al ragazzo di vivere con la giusta serenità le prossime stagioni sportive”. In che senso si può parlare di filosofia operativa basata sulla meritocrazia, senza prescindere dall’attenzione all’aspetto amministrativo? “La trattativa si è conclusa senza alcun aumento della parte economica fissa del contratto del giocatore; si sono invece concordati alcuni premi al raggiungimento di obiettivi singoli e di squadra. Di conseguenza, è un contratto che esalta il concetto di meritocrazia e, se mi consente, è “moderno”, nella misura in cui si mantiene una base di riferimento equilibrata e si incentiva l’atleta, attraverso bonus economici importanti, legati al rendimento”. Pablo è sembrato complessivamente sereno, dopo la firma… “Ho apprezzato l’atteggiamento del giocatore e dei suoi agenti, perché hanno dimostrato in modo tangibile di considerare il Catania una grande società e di voler continuare il progetto tecnico assieme, nell’interesse della squadra e del calciatore”. Il rinnovo di Barrientos può essere traccia e modello per le altre situazioni simili pendenti? “Assolutamente sì. Ritengo sia infatti questa la strada per sommare razionalmente le esigenze di propiziare i migliori risultati della squadra, stimolare il miglioramento delle prestazioni individuali e prospettare conseguenze economiche proporzionali”. Un contratto non s’inventa sull’onda emotiva di un’esigenza; si “crea” invece con pazienza ed attenzione, plasmando l’insieme dai diversi aspetti, parola di Gasparin.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento