Etna, nuova eruzione: boati ed emissione di cenere e lava

L'Etna, dalla tarda serata di domenica ha ripreso la sua attività stromboliana. Dalla tarda serata di ieri, il cratere Sud Est è ritornato a farsi sentire con boati e cenere

L'Etna, dalla tarda serata di domenica, ha ripreso la sua attività stromboliana. Dalla tarda serata di ieri, il cratere Sud Est è ritornato a farsi sentire con forti boati ed emissione di gas, cenere e lava verso la desertica Valle del Bove. Anche se i tracciati del tremore vulcanico e del segnale sismico, non segnano accelerazione dell'attività, gli esperti dell'Ingv rimangono in allerta.

In una nota dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, si spiega l'ultima esplosione del vulcano: "Il settimo episodio parossistico di questo anno sull'Etna ha avuto luogo, sempre al cratere posto sul fianco orientale del cono del Cratere di Sud-Est, nelle prime ore del 25 luglio 2011. Come negli episodi precedenti, una colata lavica è stata emessa in direzione della Valle del Bove, e una nube di cenere è stata spinta verso est dal vento".

Allo stato attuale, non vengono segnalati problemi per l'aeroporto di Catania, dove i voli sono regolari. Un' analoga attività, il 19 luglio scorso, aveva determinato ritardi nei voli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento