Fidelis Andria-Catania, probabili formazioni: Bergamelli o Drausio in difesa

Conferme in blocco nei restanti reparti. Scalpita Di Grazia che potrebbe rivelarsi un'arma letale a gara in corso

Il Catania ha raggiunto Andria nella giornata odierna e si appresta tra meno di 24 ore a calcare il prato dello stadio "Degli Ulivi" nel match serale, il primo in trasferta della stagione, contro la squadra allenata da Favarin. Rigoli ha lavorato in settimana sui meccanismi già visti contro la Juve Stabia. Un gruppo già collaudato quello messo in piedi dall'ex tecnico dell'Akragas, nonostante i tanti volti nuovi arrivati ai piedi dell'Etna.

QUI CATANIA. Il modulo di partenza, 4-3-1-2, con Calil nel ruolo di trequartista, non dovrebbe essere stravolto. Conferme in blocco quindi, con una novità che potrebbe arrivare dal recupero al centro della difesa di Bergamelli. In caso contrario pronto per una maglia da titolare ancora una volta Drausio. In mezzo al campo scalpita Di Grazia, difficile però che Rigoli cambi interpreti. Il giovane atleta a disposizione dei rossazzurri potrebbe rivelarsi letale a gara in corso, con l'inevitabile abbassarsi dei ritmi di gioco.

Davanti alchimie collaudate. Si va avanti con Calil dietro il duo imprevedibile e mobile composto da Russotto e Paolucci.

PROBABILE FORMAZIONE FIDELIS ANDRIA-CATANIA

Catania (4-3-1-2): Pisseri, Nava, Bergamelli (Drausio), Bastrini, Djordjevic, Scoppa, Biagianti (Di Grazia), Silva, Calil,Paolucci, Russotto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento