Rugby: il San Gregorio riparte dalla serie a1

Comincia l'anno del riscatto per la società etnea tra novità e addii. Conferma in panchina per Orazio Arancio, Grimaldi nuovo capitano. Esordio in campionato il 7 ottobre in casa del Modena Rugby

È stata sinora un' estate movimentata per il San Gregorio Catania Rugby ed in generale per il movimento dell’ovale siciliano. Si è arrivati ad agosto tra progetti e speranze, polemiche velate e contraddizioni varie.

Sull’onda – ormai sopita – del progetto franchigia per il rugby siciliano, quella che sarebbe stata, detta dai più, la scelta più logica e sensata, oggi si è giunti alla conferma della partecipazione al prossimo campionato di Serie A1 da parte della società etnea, traino per tutte le altre realtà rugbistiche isolane. Ciò senza dimenticare le speranze nutrite dal sodalizio etneo di eventuale ripescaggio nel massimo campionato nazionale. Scelta che invece è stata appannaggio delle Fiamme Oro, ratificata dal consiglio federale dello scorso 20 luglio.

Ebbene il San Gregorio ripartirà il prossimo 7 ottobre dalla A1, un torneo che il club verdeblù conosce alla perfezione ed in cui vuol riscattarsi dopo la sfortunata apparizione in Eccellenza della scorsa stagione. Proprio quest’oggi la Federugby ha ufficializzato il calendario del campionato di Serie A: esordio in trasferta per i verdeblù in casa del Modena Rugby (domenica 7 ottobre, ore 15:30). La prima casalinga, al “Monti Rossi” di Nicolosi, invece, andrà in scena la domenica successiva, il 14 ottobre, quando gli etnei ospiteranno l’Accademia Nazionale Tirrenia. Alla terza giornata (21 ottobre) è già supersfida con la Capitolina in terra romana (in allegato al presente comunicato troverete il file pdf con l’intero calendario stagionale della Serie A 2012-2013).

Per quanto concerne il riassetto societario e tecnico, il San Gregorio nelle settimane passate ha salutato tanti elementi che hanno scritto pagine importanti del club e, al tempo stesso, ha accolto nuovi protagonisti del prossimo futuro. Arcinoti gli addii importanti di giocatori del calibro di Guido Calabrese, protagonista anche ai mondiali Under 20 con la nazionale italiana, trasferitosi al Rovigo; quelli dei catanesi doc Marco Suaria e Vittorio Lo Faro, il primo acquisito dal team della Polizia di Stato, mentre il secondo trasferitosi al Cus Torino in A2 (soprattutto per motivi personali).

Ma anche i saluti a Pietro Valcastelli, anch’egli nuovo giocatore delle Fiamme Oro, insieme a quello fortemente emotivo al capitano delle ultime quattro stagioni, Tomas Pucciariello. La fascia di capitano quest’anno sarà indossata orgogliosamente da Marco Grimaldi, partenopeo verace ma ormai catanese d’adozione. Cambiamenti anche nell’assetto dirigenziale. Si è partiti intanto dalla conferma fondamentale del tecnico Orazio Arancio, rimasto alla guida del quindici verdeblù dopo le insistenti voci estive di un suo addio al San Gregorio. Conferma anche per il team manager Peter Giarrizzo, mentre la lady del San Gregorio Catania, Barbara Cimino ha appena assunto la nomina di direttore sportivo. Due new entry, infine, nel consiglio d’amministrazione verdeblù: Giuseppe Vignera e Gianluigi Pistorio sono i due nuovi dirigenti etnei.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento