Dieta in inverno: cosa fare e cosa non fare

Chi decide di iniziare una dieta nel periodo invernale deve seguire alcuni particolari consigli per poter affrontare questa sfida nel modo più sano possibile

Nel periodo invernale è naturale mangiare di più perchè è il nostro organismo a chiederci maggiori calorie per resistere meglio alle basse temperature.

Le giornate sono più corte, si passa più tempo in casa ed è più facile consumare cibo. Come se non bastasse il freddo è un fattore aggregante perchè si tende per esempio ad incontrarsi in ristoranti o bar per prendere una cioccolata calda o del tè (accompagnato spesso da dolci).

Non bisogna però cedere troppo alle tentazioni. Al contrario i nutrizionisti sono convinti che l'inverno sia il periodo più adatto per non ingrassare e per iniziare una dieta in modo tale da compensare e limitare la naturale tendenza ad un maggiore apporto calorico ed arrivare in piena forma al periodo estivo.

E' fondamentale integrare nella nostra alimentazione frutta e verdura. A differenza dell'estate, dove si cercano alimenti freschi e dissetanti, in inverno si cercano alimenti più caldi e calorici. Bisogna inoltre limitare il consumo di zuccheri e grassi e fare sempre attività fisica. 

Fondamentale anche integrare le vitamine necessarie:
- Vitamina D (contenuta in latte, uova, formaggi, pesce)
- Vitamina C (influisce sul funzionamento delle mucose e sul corretto funzionamento del sistema immunitario sottoposto ai diversi virus influenzali)
- Vitamina A (anti-stress ed anti-infettiva e funzionale al corretto funzionamento dell'organismo)

Non ingrassare in inverno - Consigli

- Bere spesso tisane e mangiare la sera zuppe sane e leggere
- Fare attività fisica (anche in casa con una cyclette)

Dieta in salute - Errori da non commettere

- Lavare l'insalata il giorno prima di consumarla: fa perdere all'insalata le proprietà nutritive; si consumerà un piatto che non ha più né i polifenoli, né i minerali di cui  l'organismo ha bisogno
- Cuocere i peperoni: cotti fanno perdere all'organismo l'apporto di vitamina C di cui sono pieni
- Non mangiare verdura dopo la pasta se si soffre di glicemia alta o di diabete
- Non consumare patate se si soffre di colon irritabile
- Non cuocere carne o pesce alla piastra troppo a lungo perchè possono provocare la formazione di sostanze tossiche; meglio cuocere sempre a bassa temperatura
- Non bollire per troppo tempo le verdure perchè in questo modo si disperdono le proprietà nutritive (vanno via minerali e proteine)
- Non cuocere gli spinaci perchè perdono il 50-70% di acido folico che l'organismo potrebbe assumere
- Non preparare la spremuta d'arancia con anticipo e metterla in frigo la sera prima: sia la spremuta che anche i centrifugati devono essere sempre bevuti poco dopo essere stati preparati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Via Leopardi, carabinieri scoprono un "buco" che collegava una casa disabitata ad una banca

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento