Dieta in inverno: cosa fare e cosa non fare

Chi decide di iniziare una dieta nel periodo invernale deve seguire alcuni particolari consigli per poter affrontare questa sfida nel modo più sano possibile

Nel periodo invernale è naturale mangiare di più perchè è il nostro organismo a chiederci maggiori calorie per resistere meglio alle basse temperature.

Le giornate sono più corte, si passa più tempo in casa ed è più facile consumare cibo. Come se non bastasse il freddo è un fattore aggregante perchè si tende per esempio ad incontrarsi in ristoranti o bar per prendere una cioccolata calda o del tè (accompagnato spesso da dolci).

Non bisogna però cedere troppo alle tentazioni. Al contrario i nutrizionisti sono convinti che l'inverno sia il periodo più adatto per non ingrassare e per iniziare una dieta in modo tale da compensare e limitare la naturale tendenza ad un maggiore apporto calorico ed arrivare in piena forma al periodo estivo.

E' fondamentale integrare nella nostra alimentazione frutta e verdura. A differenza dell'estate, dove si cercano alimenti freschi e dissetanti, in inverno si cercano alimenti più caldi e calorici. Bisogna inoltre limitare il consumo di zuccheri e grassi e fare sempre attività fisica. 

Fondamentale anche integrare le vitamine necessarie:
- Vitamina D (contenuta in latte, uova, formaggi, pesce)
- Vitamina C (influisce sul funzionamento delle mucose e sul corretto funzionamento del sistema immunitario sottoposto ai diversi virus influenzali)
- Vitamina A (anti-stress ed anti-infettiva e funzionale al corretto funzionamento dell'organismo)

Non ingrassare in inverno - Consigli

- Bere spesso tisane e mangiare la sera zuppe sane e leggere
- Fare attività fisica (anche in casa con una cyclette)

Dieta in salute - Errori da non commettere

- Lavare l'insalata il giorno prima di consumarla: fa perdere all'insalata le proprietà nutritive; si consumerà un piatto che non ha più né i polifenoli, né i minerali di cui  l'organismo ha bisogno
- Cuocere i peperoni: cotti fanno perdere all'organismo l'apporto di vitamina C di cui sono pieni
- Non mangiare verdura dopo la pasta se si soffre di glicemia alta o di diabete
- Non consumare patate se si soffre di colon irritabile
- Non cuocere carne o pesce alla piastra troppo a lungo perchè possono provocare la formazione di sostanze tossiche; meglio cuocere sempre a bassa temperatura
- Non bollire per troppo tempo le verdure perchè in questo modo si disperdono le proprietà nutritive (vanno via minerali e proteine)
- Non cuocere gli spinaci perchè perdono il 50-70% di acido folico che l'organismo potrebbe assumere
- Non preparare la spremuta d'arancia con anticipo e metterla in frigo la sera prima: sia la spremuta che anche i centrifugati devono essere sempre bevuti poco dopo essere stati preparati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I professionisti del settore matrimoni scendono in piazza: "L'attesa deve finire"

  • Gruppi legati a Cosa nostra nel mirino dei carabinieri, i nomi degli arrestati

  • Da domani vaccini senza prenotazione: solo per persone con patologie tra i 50 ed i 59 anni

  • Sostituzione infissi: come ottenere lo sconto in fattura

  • Alimenti in cattivo stato di conservazione: denunciato il titolare di un chiosco

  • Guerriglia in piazza Carlo Alberto, 3 arresti per l'aggressione agli agenti

Torna su
CataniaToday è in caricamento