Verdure: quali è meglio consumare 'cotte'

Esistono alcune verdure che devono essere necessariamente consumate cotte per far sì che possano sprigionare tutte le loro proprietà nutritive e salutari

Che il consumo di verdure faccia bene al nostro organismo è oramai assodato. Ma esistono alcuni ortaggi che nel momento in cui vengono cotti sprigionano maggiori proprietà nutritive e sono ancor più salutari.

Asparagi – Quando sono crudi possono essere fibrosi e duri e non favoriscono il corretto assorbimento dei nutrienti. Per godere appieno di vitamina A, C ed E, e di acido folico e ferulico (antiossidante antietà) meglio consumarli una volta cotti.

Zucca – La vitamina A contenuta è più digeribile se la zucca è cotta. Inoltre, grazie al calore ci sono molti più antiossidanti carotenoidi.

Fagiolini e fagioli - I fagiolini al vapore abbassano maggiormente il colesterolo. L'ebollizione può ridurre il contenuto dei nutrienti, per questo motivo meglio cuocerli al forno o al microonde. I fagioli devono essere cucinati perchè contengono proteine tossiche, che vengono distrutte dalla cottura.

Spinaci - Cotti o crudi sono sempre alleati del benessere dell'organismo. Vitamina B2, B3, C, e potassio sono meglio assorbibili dagli spinaci crudi. La cottura facilita l'assorbimento di vitamina A, B1, E, di proteine, zinco, calcio e ferro.

Melenzane - Necessitano di cottura perchè contengono una tossina potenzialmente fastidiosa. Quando vengono grigliate mantengono una percentuale maggiore di acido clorogenico che abbassa la pressione ed il rischio di diabete di tipo 2. Bollite o al vapore rilasciano più antiossidanti tenendo meglio a bada il colesterolo. 

Carote - Per massimizzare la quantità di carotene è meglio non sbucciarle e cucinarle con poca acqua. La loro cottura perfetta è al microonde. 

Broccoli - Quando sono crudi contengono zuccheri che sono difficili da digerire. La cottura aumenta il numero di nutrienti, tra i quali rientrano antitumorali.

Pomodori - Quando sono cotti hanno delle importanti proprietà antitumorali. Il calore aumenta la quantità di licopene, un antiossidante nemico sia del cancro che di molte malattie cardiache. E' sempre meglio combinarlo con grassi vegetali come l'olio d'oliva. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento