Cronaca Librino / Viale Castagnola

Ancora furti nella scuola "Campanella Sturzo" di Librino: rubati i condizionatori

Dopo aver già rubato alcuni spiccioli contenuti nei distributori automatici dell'Istituto, i ladri sono tornati in azione in viale Castagnola 15. Davide Ranno, consigliere di Italia Viva, chiede l'installazione di telecamere in zona

L'esterno della scuola Campanella Sturzo di viale Castagnola

Un ennesimo furto è stato messo a segno presso la scuola "Campanella Sturzo" di Librino. Dopo aver già rubato alcuni spiccioli contenuti nei distributori automatici dell'Istituto, i ladri sono tornati in azione in viale Castagnola 15, portando via i condizionatori. A segnalare il fatto è il consigliere di municipalità Davide Ranno (Italia Viva), che chiede l'installazione di telecamere di sorveglianza collegate con le centrali operative delle forze dell'ordine per prevenire, in futuro, episodi analoghi. Già in passato i genitori degli studenti avevano rivolto un appello per migliorare le condizioni di sicurezza dell'istituto scolastico, alle prese anche con altri problemi, tra i quali la presenza di cani randagi.

"Come Presidente della terza commissione consiliare permanente, insieme ai componenti del mio gruppo consiliare Lorenzo Leone, Benedetto Costanzo e Rosario Grasso, avevamo già preparato una mozione da inserire nei prossimi consigli del mese di gennaio, per proporre all'amministrazione l'istallazione di telecamere, in modo tale da esercitare un maggiore controllo del territorio. Purtroppo i ladri di 'galline' non capisco che arrecano problemi soprattutto ai bambini che frequentano quella scuola, che a causa dei furti ha bloccato il normale svolgimento dell'attività scolastica. Siamo molto rammaricati e chiederemo un consiglio urgente con l'assessore alla Sicurezza. Ci faremmo sentire anche in consiglio comunale attraverso i nostri riferimenti a Palazzo degli Elefanti, Peppe Gelsomino Francesca Ricotta. Quella di ieri doveva essere una giornata di festa per il nostro quartiere, per la consegna degli alloggi dell'ex Palazzo di Cemento. Purtroppo questi episodi ci fanno capire che c'è ancora molto da fare e non si può abbassare la guardia. Il tutto viene 'facilitato' dalla mancanza di illuminazione nella maggior parte delle strade. La consegna degli alloggi popolari non basta: occorrono altri provvedimenti urgenti su Librino, la sicurezza dei cittadini viene prima di tutto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora furti nella scuola "Campanella Sturzo" di Librino: rubati i condizionatori

CataniaToday è in caricamento