menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Catania, continua la marcia in campionato: archiviata la pratica Akragas

Finisce 2-0 al "Massimino" con gli ospiti in 10 uomini dalla mezz'ora del primo tempo. Il pareggio del Lecce in casa del Fondi permette ai rossazzurri di avvicinarsi a sole tre lunghezze in classifica. Venerdì prossimo il big match in casa del Trapani

Catania e Akragas si danno battaglia sin dalle prime battute. La squadra di Criao si dimostra un osso duro a dispetto della classifica e ribatte colpo su colpo alle azioni rossazzurre. Sono gli ospiti a rendersi pericolosi con Gjuci, il cui tiro si spegne sul palo dopo la deviazione di Pisseri.

LE PAGELLE

Gli etnei prova a scardinare la difesa ospite brava a reggere l'onda d'urto. E' Russotto a creare scompliglio con le sue solite accellerazioni: da una di queste arriva il tap-in vincente di Curiale, ma l'arbitro annulla il gol per fuorigioco del numero 11 rossazzurro.

L'episodio chiave del match arriva però alla mezz'ora, quando l'Akragas resta in inferiorità numero dopo un'ingenuità di Parigi, che colpisce Bogdan in area etnea e viene espulso dal direttore di gara. I biancazzurri risentono dell'inferiorità numerica e non riescono più ad effettuare le solite ripartenze, limitandosi alla difesa del risultato.

Il Catania non riesce a sfondare il muro eretto da Criaco e allora Lucarelli getta nella mischia Mazzarani per Biagianti, puntando sulle capacità di inserimento del numero 32. Marchese sulla sinistra e Russotto sulla destra sono bravi invece a sfornare un numero importante di cross, mantenendo alta così la proiezione offensiva degli etnei.

La pressione dei padroni di casa cresce, con l'Akragas che fatica ormai ad affacciare la testa fuori dalla metà campo. Ci pensa allora Di Grazia a trovare il guizzo giusto, mancando prima l'impatto della sfera col destro, ma freddando Vono con il sinistro.

Il vantaggio dei rossazzurri apre spazi invitanti e le occasioni continuano a fioccare tra le fila degli uomini di Lucarelli. Di Grazia trova il corrodoio giusto e stavolta è Curiale a trovare la rete, la sesta in stagione, con un destro perentorio. Raddoppio e partita ancora più in discesa per gli etnei che controllano il risultato fino al termine del match. 

Il pareggio del Lecce in casa del Fondi permette ai rossazzurri di avvicinarsi a sole tre lunghezze in classifica. Venerdì prossimo il big match in casa del Trapani, con il Lecce che affronterà il turno di riposo.

TABELLINO CATANIA-AKRAGAS 2-0 (58' Di Grazia-Curiale 62')

Catania (4-3-3): Pisseri; Semenzato, Aya, Bogdan, Marchese; Caccetta, Lodi, Biagianti (56' Mazzarani), Russotto, Curiale, Di Grazia.

Akragas (3-4-1-2): Vono; Mileto, Danese, Russo; Gjuci, Vicente, Bramati, Sepe; Longo; Parigi, Salvemini.

Ammoniti: Aya

Espulsi: Parigi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Sicurezza

Risparmio di acqua ed energia: consigli e sistemi innovativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento