Catania-Picerno, probabili formazioni: Mazzarani ancora titolare

Barisic e Rossetti, da poco rientrati a disposizione, difficilmente verranno rischiati dal primo minuto, più chance di vedere il giocatore sloveno dopo lo spezzone più ampio di gara disputato al "Liberati". Il tecnico rossazzurro potrebbe allora avanzare Llama o proporre un attacco a due

Il Catania torna a disputare una gara casalinga dopo la doppia sfida esterna contro Reggina e Ternana. Un rullino di marcia che si è confermato poco confortante lontano dalle mura amiche. L'occasione per riprendere a fare punti è ghiotta. Camplone dovrà ridare una marcia in più alla squadra, pur dovendo fare a meno di altre due pedine, Esposito, ma soprattutto Di Molfetta, entrambi infortunati in settimana. 

Barisic e Rossetti, da poco rientrati a disposizione, difficilmente verranno rischiati dal primo minuto, più chance di vedere il giocatore sloveno dopo lo spezzone più ampio di gara disputato al "Liberati". Il tecnico rossazzurro potrebbe allora avanzare Llama o proporre un attacco a due, sfruttando la duttilità di Mazzarani, abile a giocare dietro le punte. La soluzione più plausibile resta quella del 4-3-3 con un nuovo interprete. A centrocampo solito ballottaggio Rizzo-Dall'Oglio. In difesa si va verso la difesa composta da Calapai, Mbende, Silvestri, Pinto.

PROBABILE FORMAZIONE CATANIA-PICERNO

Catania 4-3-3: Furlan, Calapai, Mbende, Silvestri, Pinto, Welbeck, Lodi, Dall'Oglio, Llama (Barisic), Di Piazza, Mazzarani

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento