Calcio Catania, momento decisivo per il futuro. Pagliara: "Si salvi la matricola"

Intanto la ripresa del campionato di Lega Pro appare più lontana. Dopo l'incontro tra i vertici della Lega Pro e il rappresentante dei medici di serie C gli spiragli per una possibile ripresa sono sempre più ridotti

Saranno giorni importanti in casa Catania per scrivere il futuro. Come segnala la Sicilia, dopo la consegna al Tribunale della relazione dei commissari giudiziali della Meridi, Pulvirenti ha lasciato definitivamente il club rossazzurro. Ultimi legami che l'imprenditore ha spezzato con la squadra dopo l'apertura del concordato giudiziale Finaria. Sempre nelle ultime ore, sono arrivate alcune dichiarazioni pubbliche da parte di Fabio Pagliara, presidente del Comitato per l'acquisizione del Calcio Catania che ha rimodulato l'offerta per l'acquisto del club di via Magenta nelle scorse settimane.

Pagliara ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sul proprio profilo facebook: "Sono giorni decisivi per il Calcio Catania. E credo che chiunque abbia responsabilità e ami Catania debba dare il proprio contributo, innanzitutto per salvare i posti di lavoro, la storia e la matricola 11700. Lo dico con sincerità e con la serenità di chi non sa davvero se avrà un ruolo, in futuro, in seno alla società e se la cordata che rappresento raggiungerà l’obiettivo. In questo momento, però, non possono esserci giochi e giochetti, tanto meno speculazioni e sciacallaggi. Intanto si salvi la matricola e non si faccia fallire il Catania, quello vero, l’unico che conti davvero per chi lo ama. La città e i tifosi non lo meritano"

Intanto la ripresa del campionato di Lega Pro appare più lontana. Dopo l'incontro tra i vertici della Lega Pro e il rappresentante dei medici di serie C gli spiragli per una possibile ripresa sono sempre più ridotti: "Il protocollo sanitario redatto dalla Commissione medico-scientifica della Figc è di difficile applicazione per i club di Serie C e lascia ancora troppe domande aperte". Questo quanto emerso dall'incontro, così commentato dal presidente Francesco Ghirelli: "Desidero ringraziare i medici sociali della Lega Pro, per aver sollecitato l'incontro e per il fondamentale contributo al tavolo, oltre che per il lavoro straordinario in prima linea sul territorio - ha precisato Ghirelli - Riporterò all'attenzione della Figc, che ha lavorato duramente e positivamente sul protocollo sanitario, le osservazioni condivise e mi farò portavoce, perché la figura del medico sociale venga riconosciuta come centrale nel calcio. E' una figura fondamentale e, pertanto, va inquadrata"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento