Giornata dell'Atleta, presidente Musumeci: "Sport, palestra di vita"

Sport, condivisione, crescita. É stato questo il filo conduttore della prima edizione della 'Giornata siciliana dell'atleta' che si è svolta ieri al Teatro antico a Catania

Sport, condivisione, crescita. É stato questo il filo conduttore della prima edizione della 'Giornata siciliana dell'atleta' che si è svolta ieri al Teatro antico a Catania. Una giornata di festa, istituita dalla Regione Siciliana, durante la quale sono stati premiati oltre duecento atleti isolani che si sono distinti, nel 2017, in 43 discipline sia in competizioni locali che internazionali. A consegnare le targhe agli atleti, il presidente della Regione Nello Musumeci, insieme agli assessori allo Sport Sandro Pappalardo e alla Salute Ruggero Razza e al presidente del Coni Sicilia, Sergio D'Antoni.

"Abbiamo il dovere di promuovere la pratica sportiva - ha detto il presidente Musumeci - non è un'opzione. Quella di oggi é un'occasione per dire grazie a centinaia di nostri ragazzi, che si sono impegnati con tenacia e perseveranza nello sport competitivo agonostico, ma è anche un'occasione per riflettere sul valore della pratica sportiva, su come potenziarla nelle scuole, su come ristrutturare gli impianti. Questo è l'impegno che vogliamo profondere nei prossimi mesi. Perché lo sport é una palestra di vita, anche se lo si fa in maniera amatoriale, perché insegna il valore delle gerarchie, del gioco di squadra, il rispetto per l'altro. È uno strumento prezioso di formazione fisica e morale e Dio sa quanto oggi i nostri giovani abbiamo bisogno di questi strumenti perché a loro affidiamo le sorti di questa terra". La cerimonia, condotta dalla guornalusta Nadia La Malfa, si è aperta con un video emozionale sull'attività sportiva e il suo valore sulle note del cantautore siciliano Alessio Bondí. La banda del Corpo forestale della Regione ha eseguito l'inno di Mameli e Madre terra, l'inno della Sicilia.

"Oggi vogliamo dimostrare la vicinanza del Governo - ha aggiunto l'assessore Pappalardo - perché dietro a queste medaglie ci sono grandissimi sacrifici delle famiglie e degli atleti. Questo è solo il primo di tanti appuntamenti che faremo, e dopo la tappa etnea toccheremo le altre province siciliane".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento