Catania-Napoli 0-0 | Rossoazzurri stoici e salvi dopo 90 minuti in dieci

Un Catania stoico blocca il Napoli al Massimino nonostante l'espulsione di Alvarez sancita dopo appena cento secondi di gara. Nel finale, inoltre, grosse occasioni per il successo sui piedi di Gomez

Un Catania incredibilmente compatto e stoico centra quella che può essere considerata una vera e propria impresa: al Massimino i rossoazzurri, infatti, fermano il Napoli (ex) capolista pareggiando 0-0 dopo ben ottantanove minuti giocati in inferiorità numerica per il rosso di Alvarez. Oltre a reggere più che bene le sfuriate partenopee, inoltre, gli etnei nel finale avrebbero anche meritato il gol del successo viste le due grosse occasioni capitate a Gomez, stoppato pure dal palo. Con questo pareggio l'undici di Maran sale a quota cinque mentre il Napoli si stacca dalla Juventus capolista piazzandosi a dieci punti in seconda posizione in attesa della Lazio, di scena stasera contro il Genoa.

IL MATCH - La gara comincia con il Catania che parte subito forte ma alla prima apparizione nella metà campo rossoazzurra, il Napoli può beneficiare di un 'bonus': Alvarez controlla male sulla propria trequarti facendosi rubare palla da Cavani. L'attaccante uruguaiano viene steso dall'esterno rossoazzurro e Bergonzi, forse in modo troppo severo, considera da ultimo uomo l'intervento del difensore argentino che si vede sventolare il rosso dall'arbitro genovese. L'immediata inferiorità numerica costringe il Catania ad una difesa a oltranza che funziona fino al 37', minuto nel quale il Napoli ha la prima occasione gol: Cavani entra in area rossoazzurra da sinistra e lascia partire un diagonale che si spegne oltre il palo alla sinistra di Andujar per una questione di centimetri. Il Catania, comunque, è vivo e al 40' ha un enorme palla gol: sugli sviluppi di un corner, Lodi vede a centroarea Spolli il quale da un paio di metri colpisce di striscio di testa non trovando lo specchio della porta. Il Napoli trova difficoltà contro l'organizzazione rossoazzurra e per provare a eludere il fortino etneo al 44' Cavani ci prova dal limite trovando la risposta a mano aperta di Andujar. Dopo un primo tempo giocato quasi interamente in inferiorità numerica, il Catania resiste al Napoli e al riposo è 0-0.

La ripresa comincia con Insigne per Inler nel Napoli e Izco per Biagianti nel Catania. Proprio il piccolo attaccante napoletano è il primo a farsi vivo dalle parti di Andujar al 52' quando una sua conclusione dal limite termina alta non di molto. Mazzarri inserisce anche Edu Vargas per provare a sfruttare al massimo la superiorità numerica ma i rossoazzurri occupano al meglio tutti gli spazi e i partenopei non riescono mai a trovare la giocata risolutiva. Oltre a qualche mischia nel finale, infatti, Andujar viene chiamato in causa solo all'85' da una conclusione centrale da fuori di Edu Vargas, controllata agevolmente dall'estremo difensore argentino. Sono anzi i rossoazzurri a sfiorare l'incredibile gol vittoria all'87': Lodi serve Gomez il quale si libera di Cannavaro e di destro trova un diagonale preciso e potente sul quale è miracoloso De Sanctis che in tuffo toglie la palla dall'angolino. Ancora più clamoroso e sfortunato l'episodio dell'89': sempre Gomez viene servito da Bergessio a sinistra dopo una veloce ripartenza. Il 'Papu' controlla e ci prova di nuovo di destro superando De Sanctis ma trovando, questa volta, l'opposizione del palo che salva il Napoli. E' l'ultimo sussulto di una partita nella quale il Catania porta a casa un pareggio meritatissimo nonostante novanta minuti di inferiorità numerica. In classifica l'undici di Maran sale di un solo gradino ma, moralmente, è come se i rossoazzurri avessero vinto il match odierno.

LA SVOLTA DEL MATCH - Paradossalmente, l'espulsione di Alvarez dopo soli due minuti ha fornito la chiave del match. Con l'inferiorità numerica, infatti, il Napoli ha fatto un'enorme fatica a trovare spazi nella retroguardia rossoazzurra ed è stato anzi il Catania nel finale di gara a sfiorare l'incredibile gol vittoria grazie agli spazi lasciati dalla squadra partenopea.

TABELLINO

CATANIA(4-3-3) - Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Biagianti(46'Izco), Lodi, Almiron(74'Castro); Barrientos(22'Bellusci), Bergessio, Gomez. A disposizione: Frison, Messina, Capuano, Rolin, Ricchiuti, Morimoto, Salifu, Sciacca, Doukara. Allenatore: Rolando Maran.

NAPOLI(3-4-2-1) - De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica(65'Edu Vargas); Maggio(84'Dossena), Dzemaili, Inler(46'Insigne), Zuniga; Hamsik, Pandev; Cavani. A disposizione: Rosati, Colombo, Grava, Fernandez, Gamberini, Mesto, Donadel, El Kaddouri, Behrami. Allenatore: Walter Mazzarri

Arbitro: Bergonzi di Genova

Marcatori: Nessuno

Espulsi: 2'Alvarez(C) per fallo da ultimo uomo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ammoniti: Zuniga(N), Bergessio(C), Inler(N), Aronica(N), Almiron(C), Legrottaglie(C), Vargas(N)

LE PAGELLE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento