rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Sport

Ciclismo, il 5 giugno la seconda edizione della Gran Fondo Giro dell'Etna

Confermare il successo del 2021 è la mission degli organizzatori, che sono riusciti già a portare ai nastri di partenza oltre 250 atleti

Il conto alla rovescia è iniziato ed i preparativi della seconda edizione della Gran Fondo Giro dell'Etna, che partirà da Pedara il 5 giugno, sono ormai al termine. Confermare il successo dello scorso anno è la mission degli organizzatori, che sono riusciti nel 2021 a portare ai nastri di partenza oltre 250 ciclisti. I partecipanti, oltre a competere per un risultato agonistico di prestigio, hanno goduto dello splendido palcoscenico che soltanto l'Etna è in grado di offrire. Il periplo del vulcano più alto d'Europa, con partenza da Pedara attraversando, ad andatura cicloturistica, Trecastagni e Zafferana Etnea, fino a Linguaglossa (km 0), da dove ci sarà il via alla prova agonistica, passando da Randazzo, Bronte e Ragalna. 

In totale, verranno percorsi 118 km e 2000 metri di dislivello e saranno 22 i comuni interessati dalla manifestazione, che coinvolgerà circa 200 persone tra volontari, forze dell'ordine e polizia locale, incaricate di presidiare i varchi e garantire i massimi standard per quanto riguarda la sicurezza. Un primo successo, la Gran Fondo Giro dell'Etna, organizzata sotto egida della FCI e dell'ente di promozione sportiva Libertas, l'ha già ottenuto, essendo stata inserita dalla Federazione Ciclistica Italiana, come competizione nazionale Gran Fondo e sarà valida pure come Prova Unica Campionato Nazionale Libertas, un riconoscimento che premia l'operato di Marco Compagnini, responsabile nazionale Settore Ciclismo Libertas ed organizzatore della manifestazione.

"Quest'anno l'inserimento della Gran Fondo nel calendario delle gare nazionali è un premio per la riuscita di dodici mesi fa - dichiara Compagnini -. Per questo mi sento in dovere di ringraziare tutto lo staff che collabora assieme a me in un progetto ambizioso, che vuole affermarsi nel tempo, richiamando anche gli appassionati che risiedono fuori dalla Sicilia e magari raddoppiare, già da quest'anno, il numero degli iscritti. Riuscire a promuovere il nostro territorio attraverso eventi di qualità è un concetto che va al di là della semplice gara ciclistica e richiede un impegno costante, iniziato all'indomani del termine della prima edizione. Organizzare una Gran Fondo non è cosa semplice, a maggior ragione quando si vogliono mantenere standard qualitativi elevati. I 250 partenti della passata edizione ed i feedback positivi ricevuti stanno a significare che la via intrapresa è quella giusta e che in Sicilia c'è fame di eventi di ciclismo su strada ben organizzati e di qualità".

Testimonial d’eccezione anche per questa edizione sarà Damiano Caruso, fresco vincitore del Giro di Sicilia 2022 e tra i ciclisti italiani più in forma del momento, ma la vera novità è rappresentata dalla Diretta Tv dell'intera gara che verrà trasmessa su Bike Channel. Tutte le informazioni utili in merito alle modalità di iscrizione, che si chiuderanno il 3 giugno, sono consultabili sul sito gfetnalibertas.it 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclismo, il 5 giugno la seconda edizione della Gran Fondo Giro dell'Etna

CataniaToday è in caricamento